L'andamento dei contagi giornalieri in Toscana
L'andamento dei contagi giornalieri in Toscana

Firenze, 2 febbraio 2021 - I ricoveri che restano sostanzialmente invariati (12 in più in un giorno) e i nuovi casi che scendono, come ogni lunedì, e toccano i 373 in 24 ore. Sono alcuni dati del bollettino covid del 1 febbraio. Si registrano anche quindici nuovi decessi. Bollettino covid Toscana 1 febbraio, tutti i numeri - La percentuale dei positivi sui primi tamponi effettuati giorno per giorno

Vaccini: arrivate in Toscana 4510 dosi di Moderna

Di queste, 1.540 dosi sono state consegnate alla Asl Nord Ovest, 1.980 alla Centro e 990 alla Sud Est QUI L'ARTICOLO 
 

Vaccini, Giani: "Pronti alla fase due"

"Nella seconda fase abbiamo un piano ben specifico che prevede il passaggio a 88 luoghi dove poter somministrare il vaccino. Avremo la collaborazione dei medici di famiglia. Quindi siamo pronti per riprendere quel percorso che purtroppo vicende di contenzioso fra lo Stato, l'Ue e le case farmaceutiche hanno rallentato in questi giorni". È quanto dichiara, in merito all'andamento delle vaccinazioni contro il Covid in Toscana, il presidente della Regione, Eugenio Giani. In Toscana finora sono state 123 mila le inoculazioni effettuate. "Anche in una fase di rallentamento europeo - aggiunge pertanto Giani - ci caratterizziamo per essere ai vertici delle regioni italiane per capacità di somministrazione". Intanto da domani riprendono le prenotazioni. Un passaggio necessario per completare la fase 1, che prevede di immunizzare gli operatori sanitari e gli anziani delle Rsa.

Vaccini, evento pubblico online

"VaccinarSì. Perché, come, quando" è l'evento online in programma mercoledì 3 febbraio, alle 16, promosso dallo Spi Cgil Toscana e dal Laboratorio MeS Management e Sanità dell'Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. L'evento sarà tramesso in diretta sulle pagine Facebook di Spi Cgil Toscana e Scuola Superiore Sant'Anna e sarà l'occasione per fare il punto campagna vaccinale in corso contro il Covid-19, con importanti ospiti che approfondiranno il tema da diversi punti di vista.

Giani: "Occhio agli assembramenti"

«Sappiamo che il destino è nelle nostre mani, e quindi cerchiamo di essere più responsabili possibile». Lo ha affermato Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano se fosse preoccupato, in ottica Covid, degli assembramenti visti nel weekend sul territorio regionale. Giani ha parlato a margine della presentazione del piano finanziario per le grandi opere pubbliche dell'Asl Centro, in una conferenza stampa a Firenze. "Più che preoccupato - ha detto Giani - faccio appello alla responsabilità di tutti, poi non voglio essere nemmeno paternalista".

L'anticipazione di Giani

Il governatore della Toscana Eugenio Giani anticipa i dati di oggi, lunedì 1 febbraio. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 373 su 7.407 test di cui 5.606 tamponi molecolari e 1.801 test rapidi". Il tasso dei nuovi positivi è del 5,04% sul numero dei tamponi e del 9,7% sulle prime diagnosi. 

Intanto la Toscana completa il primo mese del 2021 in zona gialla con un buon bilancio epidemiologico ma assiste a una crescita dei contagi nell'ultima settimana. La media settimanale di nuovi positivi è scesa da 82,3 per 100.000 abitanti della settimana 8-14 gennaio a 75,7 della settimana 15-21 gennaio per poi risalire a 90,4 per 100mila in quella appena trascorsa. A evidenziarlo è il report mensile dell'Agenzia Regionale della Sanità (Ars) Toscana che indica come motivazione "la permanenza per la terza settimana in zona gialla e la maggiore e conseguente mobilità sul territorio della popolazione toscana dovuta alla riapertura delle attività commerciali e al ritorno in presenza sui luoghi di lavoro".

Nell'ultima settimana, infatti, si è assistito al passaggio da 2.887 casi a 3.613 con un incremento del 25% dei nuovi positivi. La fascia d'età maggiormente coinvolta è quella giovanile che rientra tra i 19 e i 34 anni. I casi registrati tra la popolazione giovanile sono stati 669 rispetto ai 487 della settimana precedente. Secondo il direttore e coordinatore dell'osservatorio epidemiologico Ars Fabio Voller è "difficile dire se si tratti di un inizio di una nuova risalita della curva o di lievi oscillazioni del trend" ma rassicura i cittadini: "questo comunque non sta portando la Toscana in una zona di criticità". I dati degli ultimi 30 giorni, infatti, indicano ancora la Toscana come la regione con il più basso tasso medio di contagi da Covid-19 in tutta Italia, con 363 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. Lo scenario tratteggiato dall'Ars complessivamente presenta un progressivo miglioramento degli indicatori toscani, in particolare modo sulla pressione ospedaliera che continua il suo alleggerimento.

Nell'ultimo mese i pazienti ricoverati sono passati da 1.054 a 772, un calo del 27%. La Toscana è tra le quattro regioni che hanno diminuito maggiormente il numero di ricoverati rispetto alla popolazione residente, con una riduzione di circa 7,1 pazienti ogni 100.000 abitanti. Considerazioni analoghe valgono anche per le terapie intensive: dal picco di metà novembre, 298 posti letto occupati, il numero è sceso a 164 a dicembre fino ai 100 attuali. La riduzione a gennaio è stata del 39%.

Bollettino completo 31 gennaio /  La Toscana anche la prossima settimana sarà in zona gialla / La percentuale dei positivi sul totale dei primi tamponi

Mazzeo: "In un anno morti 4.194 toscani"

Il presidente del Consiglio regionale della Toscana: "Immaginatevi una città intera grande quanto Pisa sparire in un anno: questa è stata la misura del dramma generato dal Covid-19". QUI L'ARTICOLO

"I vaccini Astrazeneca segnano la svolta. Ecco il modello che seguiremo in Toscana"

L’assessore alla sanità Bezzini e i limiti per gli anziani. "Useremo Pfizer e Moderna per gli over 55, il nuovo somministrato negli hub. Non ha senso parlare di piano, le cose cambiano ogni giorno. A febbraio avremo 200mila dosi, l’idea di usare i medici di base". QUI L'ARTICOLO

Padre Mariano vittima del Covid

Per anni rettore del convento dei Cappuccini di Pontedera, ha contratto il virus all’ospedale di Ponte a Niccheri. QUI L'ARTICOLO

Operaio ucciso dal covid a 47 anni

Il dolore degli amici: "Stava benissimo e non aveva problemi. Ha lottato per oltre due mesi". QUI L'ARTICOLO

Lucca, impiegata 46enne muore due mesi dopo il padre

Lutto a Montecarlo per la scomparsa di Sabina Grossi: aveva altre patologie. Anche il papà Rolando era deceduto a metà novembre per Covid. QUI L'ARTICOLO

Positivi al Covid e adesso introvabili. Hanno dato false identità

Prato, dopo il contagio diventano fantasmi. C’è un giallo attorno ai 25 cittadini orientali risultati positivi martedì: 10 di loro non si trovano più. QUI L'ARTICOLO

Covid, in Toscana un esercito di medici e infermieri per somministrare i vaccini

Scatta il piano di reclutamento locale QUI L'ARTICOLO

Uffici postali, alcuni ritornano a orari pre-covid

In Toscana sono 84 gli uffici postali che torneranno ai giorni e agli orari di apertura pre- covid: 55 in questi giorni e 29 a partire dal 15 febbraio. Dopo tale data, gli uffici postali a orario ridotto saranno poco più di cento. E' quanto è emerso nella riunione tenutasi tra l'assessore regionale Stefano Ciuoffo e il responsabile Mercato privati macro area Centro nord di Poste Italiane Giovanni Zunino, richiesto dalla Regione in seguito alle sollecitazioni di sindaci e cittadini. Alla riunione era presente anche il direttore di Anci Toscana Simone Gheri. Gli uffici postali, come noto, hanno subito una serie di chiusure e restrizioni a causa della pandemia che, per Toscana, Umbria, Marche ed Emilia Romagna ha voluto dire 1189 uffici chiusi nel primo lockdown, che oggi stanno gradualmente riaprendo con l'allestimento nei vari uffici postali di dispositivi di sicurezza e anti-contagio per clienti e lavoratori.

Giani: "Serve una produzione italiana di vaccini"

Intervento del presidente della Toscana QUI L'ARTICOLO

Il nuovo cronoprogramma delle vaccinazioni

Dati incoraggianti: Toscana in zona gialla fino al 6 febbraio. QUI L'ARTICOLO 

Toscana, il Consiglio regionale: "Valutare azione legale contro Pfizer"

Mozione approvata all'unanimità QUI L'ARTICOLO

Le confessioni religiose della Toscana: appello perché tutti si vaccinino

Intervento delle confesssioni religiose e tradizioni spirituali. QUI L'ARTICOLO

Rsa Santa Caterina, i decessi salgono a dieci

Sono dieci i decessi alla Rsa Pio Istituto "Santa Caterina" di Prato, dove nelle scorse settimane è scoppiato un focolaio di Covid che ha interessato la quasi totalità degli anziani ospiti e buona parte degli operatori. QUI L'ARTICOLO

"Anticorpi monoclonali a disposizione entro maggio"

Lo conferma Rino Rappuoli, Chief scientist di Toscana Life Sciences direttore scientifico e responsabile della attività di ricerca e sviluppo esterna presso GlaxoSmithKline (GSK) Vaccines di Siena. QUI L'ARTICOLO

Dopo due mesi di ospedale rivede il suo cane. L'incontro commovente

Fiesole, il commovente incontro fra un cane e il suo padrone dopo due mesi di lontananza forzata a causa del ricovero ospedaliero. QUI L'ARTICOLO

Toscana, aiuti in arrivo per i lavoratori dello spettacolo

Il Consiglio regionale si prepara ad approvare una proposta di legge: fino a 2 mila euro di contributi una tantum. QUI L'ARTICOLO

Il kit per misurare gli anticorpi

Un kit per misurare - nel giro di 20 minuti - gli anticorpi nell'organismo dopo il vaccino. Lo lancia una start-up di Sesto Fiorentino. QUI L'ARTICOLO

"Io, positiva da un mese e mezzo: un calvario"

La testimonianza di una sessantenne di Vaiano (Prato) positiva da più di 90 giorni. QUI L'ARTICOLO

Arrivata la nuova fornitura di vaccino anti-Covid Pfizer

Sono state consegnate stamattina 20 gennaio ai due ospedali di Arezzo e Grosseto le nuove forniture di fiale del vaccino Anti-Covid Pfizer-Biontech. Per Siena i vaccini vengono consegnati all'ospedale Le Scotte dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Senese. Come nelle precedenti spedizioni sono arrivate 390 fiale per ospedale, che consentono 2.340 dosi vaccinali. Il programma di vaccinazione prosegue, quindi, regolarmente. Le dosi verranno riservate in parte a nuove vaccinazioni e in parte alle secondi dosi. A oggi le persone vaccinate in provincia di Arezzo sono 5.175 (1.227 ospiti RSA e 3.948 operatori sanitari), 3.270 in provincia di Grosseto (781 ospiti RSA e 2.489 operatori), 3.499 in provincia di Siena (1.393 ospiti RSA e 2.106 operatori), e 11.944 in tutta la Sud Est.

'Una stanza degli abbracci' nella Rsa di Volterra

Uno spazio dedicato agli incontri negati per interi mesi con i propri cari a causa della pandemia. Si inaugura la ‘stanza degli abbracci’ nel cuore della Rsa Santa Chiara di Volterra. QUI L'ARTICOLO

"Io, primo immunizzato: finalmente sereno"

Non diventerà un supereroe, ma sicuramente sarà tra i primi a ottenere l’immunizzazione al virus che tiene sotto scacco il mondo intero da oltre un anno. Matteo Mistretta, 29 anni, infermiere del pronto soccorso del San Giuseppe di Empoli, domenica scorsa ha ricevuto la seconda dose del siero Pfizer Biontech che dopo sette giorni (da domenica prossima) gli consentirà di essere coperto dal Covid-19. QUI L'ARTICOLO

"Nessun dubbio sul vaccino, arma sicura"

Edoardo Cherubini, di Saturnia, è responsabile scientifico di "Scienzaintasca", importante associazione di divulgazione scientifica. Ecco il suo parere sul vaccino. QUI L'ARTICOLO