Roma, 21 ottobre 2021 - Un innalzamento dei contagi covid in diversi Paesi europei. Mentre l'Italia attraversa un periodo relativamente tranquillo, altrove la situazione si fa più complicata. Tanto che la Russia, ad esempio, ha varato un semi-lockdown di nove giorni con una notevole riduzione delle persone che andranno a lavoro in presenza, con una predilezione quindi dello smart working dove è possibile.

Covid, la nuova mappa Europea, la Toscana è gialla

Coronavirus Toscana: 227 nuovi casi

Un provvedimento che il presidente Putin ha immediatamente autorizzato proprio per contrastare l'aumento dei contagi. Intanto un innalzamento dei contagi è presente anche in Inghilterra e Austria. Oltremanica lo scarso uso delle mascherine e l'assenza di un limite massimo di persone in stadi e luoghi pubblici ha, come hanno confermato gli studiosi, portato a un ritorno del contagio. Ma ecco la situazione con le ultime notizie. 

image

"Terza dose Pfizer efficace"

Una terza dose del vaccino anti Covid delle società Pfizer e BioNTech è risultata efficace al 95,6% "in una fase in cui la variante Delta era prevalente". Le società invieranno ora i dati degli studi a Fda, Ema e altre agenzie di regolamentazione per ottenere licenze "negli Stati Uniti e in altri Paesi". Durante la sperimentazione, "una dose di richiamo somministrata a individui che in precedenza avevano ricevuto la serie primaria a due dosi Pfizer-BioNTech ha riportato la protezione del vaccino contro COVID-19 agli alti livelli raggiunti dopo la seconda dose, mostrando un'efficacia vaccinale relativa del 95,6% rispetto a coloro che non hanno ricevuto un richiamo".

Austria, +3648 casi in un giorno

In Austria c'e' forte preoccupazione per il forte aumento dei casi di Covid-19 degli ultimi giorni. Nella giornata di ieri sono stati trovati 3.648 persone positive. Una settimana fa il dato era di 2.169. Dall'1 novembre entrerà in vigore la 'regola 3-G' che consentirà l'accesso sui posti di lavoro solo per persone vaccinate (geimpft), guarite da sei mesi (genesen) oppure testate (getestet). I nuovi decessi sono stati 11 per un totale di 11.220 da inizio pandemia. In Austria le persone che hanno contratto il coronavirus sono state 787.644 e 749.934 sono nel frattempo guarite. Attualmente i pazienti covid ricoverati sono 968 di cui 214 si trovano in terapia intensiva.

L'Ema: "Monitoraggio stretto"

L'Agenzia europea del farmaco guarda da vicino l'evoluzione del covid. "Stiamo tutti guardando" alla situazione varianti di Sars-CoV-2 con l'inverno in arrivo, "per cercare di capire dove il virus sta andando e cosa potremmo aspettarci nelle settimane e nei mesi a venire. Delta è ancora il ceppo dominante che sta circolando", e "stiamo cominciando a vedere che ci sono alcune mutazioni aggiuntive che stanno prendendo posto", al momento "in pochi casi, sulla variante Delta. Si è sentito parlare "della nuova mutazione "AY.4.2", che è una delle 'osservate speciali' per esempio in Gb dove i casi in cui è stata sequenziata sono in aumento, "e dobbiamo monitorare molto da vicino". A evidenziare l'importanza di un monitoraggio stretto di queste e altre eventuali mutazioni è stato Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici per Covid-19 dell'Agenzia europea del farmaco Ema, rispondendo a una domanda sulla stagione invernale in arrivo durante il periodico press briefing organizzato dall'ente regolatorio Ue.

Speranza: "Dati in Gb inducono a prudenza"

I dati che arrivano dalla Gran Bretagna, dove si sta verificando una impennata di contagi, indicano che «c'è bisogno di tenere un livello di prudenza, di gradualità, è un richiamo a tutti gli altri Paesi a tenere ancora un profilo di prudenza». Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine dell'evento «800 anni di carità: dalla peste al Covid-19. La storia del movimento delle Misericordie», svoltosi all'ambasciata d'Italia presso la Santa Sede con il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, l'arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori e il presidente delle Misericordie, Domenico Giani. Rispondendo alla domanda sul perchè l'Italia si troverebbe in una situazione diversa da quella della Gran Bretagna, il ministro ha spiegato: "L'Italia è in questo momento uno dei Paesi a livello europeo, a livello mondiale con il più alto tasso di vaccinazione e dobbiamo insistere perchè ogni vaccino in più che abbiamo, è uno scudo un pò più forte per affrontare i prossimi mesi però poi c'è anche un tema di misure. Io credo che l'Italia abbia conservato un tema di misure di prudenza, di precauzione a partire dall'utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi o dove ci sono assembramenti anche all'aperto".

La variante Ak4.2 in Israele

Cresce in Israele la preoccupazione per l'ingresso della variante AK4.2 (discendente della Delta), dopo che finora sono stati rilevati sei casi. Il premier Naftali Bennett, dopo una consultazione straordinaria indetta ieri con responsabili del ministero della sanità, ne ha convocata oggi una seconda. In questa seduta sarà discusso fra l'altro un possibile aggiornamento delle precauzioni da adottare in vista della riammissione - a partire dal primo novembre - di turisti stranieri vaccinati. In un'intervista alla radio pubblica Kan Salman Zarka, responsabile della lotta al Covid, ha detto che la variante AK4.2 è stata rilevata in quattro individui giunti in Israele dalla Moldova e in altri due provenienti dalla Gran Bretagna.

Russia, 1036 morti in un giorno

In Russia ci sono stati 1.036 decessi correlati al coronavirus nelle ultime 24 ore e 36.339 nuove infezioni, entrambi un record giornaliero dall'inizio della pandemia. Il Cremlino ha attribuito il picco a una campagna di vaccinazione poco brillante e ha esortato i russi a farsi vaccinare. Il presidente russo Vladimir Putin ha approvato una settimana di stop a livello nazionale dal 30 ottobre al 7 novembre e ha affermato che i leader regionali potrebbero introdurre altre misure a loro discrezione. Il sindaco di Mosca ha già annunciato quattro mesi di restrizione alla permanenza a casa per gli over 60 non vaccinati.

Positivo il tecnico del Bayern Monaco

Il Bayern Monaco in una nota ha comunicato che il proprio allenatore Julian Nagelsmann "è risultato positivo al coronavirus nonostante la protezione completa della vaccinazione. Tornerà a Monaco, separatamente dalla squadra, con un'aeroambulanza e da lì andrà in isolamento domestico". I bavaresi sono reduci dalla trasferta in Portogallo con il Benfica, vinta dagli uomini di Nagelsmann per 0-4.

Giappone, 391 nuovi casi

Il ministero della salute nel suo più recente bollettino aggiornato a ieri ha riportato 391 nuovi casi di coronavirus nel Paese e 10 decessi causati dal virus. Il numero dei ricoverati in gravi condizioni è sceso a 294, mentre a livello nazionale la prefettura di Osaka si conferma prima come numero di nuove infezioni (73 nuovi casi), seguita dalla capitale Tokyo con 41, Aichi (26), Hyogo (25), Okinawa (20) e Kanagawa (16).

"Il green pass fa la differenza tra noi e Gb"

"L'Italia rispetto al Regno Unito ha molti più vaccinati", contro Covid-19. "Poi loro hanno tolto le restrizioni prima, ma soprattutto hanno una cosa in meno: il Green pass che fa emergere un sommerso di positivi, visto che chi non vuole vaccinarsi deve farsi il tampone". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, ospite di 'Tagadà' su La7.