Roma, 16 aprile 2021 - Sono 15.943 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 16.974 . Sono invece 429 le vittime in un giorno (ieri 380).

"I dati della mortalita' purtroppo decrescono molto lentamente, ma d'altra parte anche l'incidenza decresce molto lentamente",  ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanita', Silvio Brusaferro.

nuovi casi registrati in Toscana oggi, 16 aprile, sono 1.239 su 24.749 test di cui 13.852 tamponi molecolari e 10.897 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 5,01% (14,0% sulle prime diagnosi). Sono dunque in rialzo sia i contagi giornalieri sia l'incidenza dei positivi sui test eseguiti: ieri il numero complessivo dei casi è stato pari a 1.206 e il tasso 4,8 a fronte comunque di un numero maggiore di test, in tutto 25.102. Intanto da oggi sono aperte le prenotazioni per le persone che hanno più di 80 anni e che non hanno ancora ricevuto l’appuntamento dal proprio medico. Per le prenotazioni accedere al portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it o chiamare il numero verde 800 11 77 44. Bollettino completo Toscana 16 aprile

Lombardia

Nuovi contagi e ricoveri in calo oggi in Lombardia. I positivi al Coronavirus sono scesi a 2431, contro i 2722 di ieri, mentre i decessi sono stati 87. I tamponi effettuati sono stati 47.103, con un tasso dipositivi del 5,1%. I ricoveri in terapia intensiva diminuiscono di 11 unita' a 728, gli altri ricoveri scendono a a 5131 (-256) I guariti/dimessi del giorno sono 2867

 

Veneto

Nelle ultime ventiquattro ore sono 906 i nuovi contagiati in Veneto, con incidenza del 2,54% su 35.700 tamponi, 8.912.000 da inizio pandemia. Il numero degli attualmente positivi cala a 27.479 per un totale di 399.749. I ricoveri Covid scendono a 1.870 (-80), di cui 261 (-5) in terapia intensiva e 1.609 (-75) in area non critica, mentre le terapie intensive non Covid sono 283. Si registrano 23 nuovi decessi per un totale di 11.064, mentre il numero dei dimessi totali e' di 19.454", ha aggiunto il governatore.

Marche

Nelle Marche sono stati individuati 326 nuovi casi di Covid-19, il 12% rispetto ai 2.719 tamponi, molecolari e antigenici, processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi. Il rapporto positivi-test effettuati è in calo: il giorno precedente era stato del 13,7%, con 326 nuovi casi su 2.371 tamponi. Il totale dei positivi individuati dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 93.882. 

Puglia 

Oggi in Puglia, su 13.399 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus, sono stati registrati 1.537 casi positivi: 562 in provincia di Bari, 97 in provincia di Brindisi, 119 nella provincia BAT, 266 in provincia di Foggia, 161 in provincia di Lecce, 328 in provincia di Taranto, un caso di residente fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati inoltre registrati 50 decessi: 22 in provincia di Bari, 5 in provincia BAT, 10 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.061.325 test, 160.424 sono i pazienti guariti e 51.594 sono i casi attualmente positivi.

Abruzzo

Sono 210 i nuovi positivi in Abruzzo e 526 guariti mentre i deceduti in regione sono 17. In particolare sono complessivamente 68948 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 210 nuovi casi, di età compresa tra 2 e 84 anni. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 44, di cui 14 in provincia dell'Aquila, 10 in provincia di Pescara, 14 in provincia di Teramo e 6 in provincia di Chieti. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 17 nuovi casi e sale a 2315 (di età compresa tra 56 e 99 anni, 1 in provincia di Chieti, 3 in provincia di Pescara, 10 in provincia di Teramo e 3 in provincia dell'Aquila). Dei casi odierni, 9 sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 56737 guariti (+526 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 9896 (-336 rispetto a ieri

 

Indice Rt nazionale a 0.85

L'indice Rt medio nazionale si attesta a 0.85, registrando dunque un calo, in quanto la scorsa settimana era a 0.92. E' quanto si apprende dalla Cabina di regia Istituto superiore di sanità (Iss)-ministero della Salute su Covid-19, riunita questa mattina.

Toscana, il portale riapre le pre-adesioni per i fragili 

Riaprono le pre-adesioni per le persone estremamente vulnerabili sul portale regionale dei vaccini. In una nota, la Regione Toscana fa sapere che le persone estremamente vulnerabili con gravi patologie e disabilità, che a oggi non si sono ancora registrate, possono ora farlo sul portale online regionale. Restano aperte, continua la Regione, anche le agende di prenotazione per le persone a elevata fragilità, che si sono registrate prima del 31 marzo e che hanno ricevuto, o stanno ricevendo, un sms con il codice di prenotazione di otto cifre. In questo caso, gli appuntamenti disponibili prenotabili sono quelli che vanno dal 23 aprile al 7 maggio 2021. Alle ore 18 di oggi 16 aprile, hanno ricevuto la prima dose 50.538 persone a elevata vulnerabilità e 10.354 la seconda

 

Ristoranti aperti a pranzo a maggio: ecco le nuove regole (video)

image

 In pochi si infettano nuovamente dopo il vaccino anticovid, negli Usa solo lo 0,01% (video)

image

Stop AstraZeneca ai militari

Da oggi "è sospesa momentaneamente la vaccinazione con Vaxzevria (AstraZeneca)" per i militari e le forze dell'ordine "fino a nuova disposizione". E' quanto prevede una comunicazione interna che l'Adnkronos ha avuto modo di visionare. Il documento fa seguito all'ultima direttiva della struttura del commissario per l'emegenza Covid-19 che prevede per le somministrazione la procedura per fasce d'età e non più per attività lavorativa svolta. Nel documento si precisa che le "dosi attualmente non utilizzate dovranno essere conservate e somministrate esclusivamente come seconda dose". Mentre si conferma "la prosecuzione delle attività di somministrazione dei vaccini Pfizer e Moderna limitatamente al personale sanitario e al personale a cui è stata già inoculata la prima dose".

Giani: "In Toscana AstraZeneca con contagocce. Lunedì 6mila dosi"

Giani: "I vaccini arrivano con il contagocce, vedo un grande impegno del generale Figliuolo ma il numero poi è sempre basso: non abbiamo ricevuto le 11.000 dosi Johnson&Johnson previste ma ieri in colloquio con lui ho avuto la certezza dell'arrivo lunedi' prossimo di un piccolo lotto da 6.000 dosi di AstraZeneca che metteremo subito a disposizione sul portale. L'unico vaccino che arriva regolarmente è Pfizer""

Covid, Fondazione Gimbe: giù contagi e ricoveri ma ancora lenti a vaccinare (video)

image

Vaccini, in Serbia è iniziata la produzione del russo Sputnik (video)

image

Intanto la cabina di regia convocata dal presidente del Consiglio Mario Draghi per venerdì 16 aprile, potrebbe accelerare sulle zone gialle e sulle riaperture che potrebbero arrivare già da fine mese, anche se il mese decisivo dovrebbe essere maggio. Tutto questo, però, è condizionato dall'andamento dei dati sulla pandemia da Covid-19. Se la curva dei contagi, dei ricoveri e delle vittime scenderà e a seconda di come scenderà (se più velocemente o meno), allora le riaperture saranno sempre più vicine. Anche se, stavolta, non potrà essere un "libera tutti", almeno fino a che il virus non sarà sotto stretto controllo grazie ai vaccini. 

 

Stop definitivo all'uso di AstraZeneca in Danimarca

La Danimarca interromperà definitivamente la somministrazione del vaccino anti-Covid AstraZeneca, lo riferisce la tv danese TV 2 citando fonti anonime. La decisione farà slittare la campagna vaccinale nazionale di qualche settimana, secondo la tv.

Richiamo AstraZeneca con altro vaccino, via ai test (video)

image

Covid, il NYT: "Gli Usa hanno chiesto lo stop del vaccino Johnson&Johnson"

La grande incognita degli spostamenti tra regioni

image

Vaccinazioni in Toscana, superate le 900mila somministrazioni 

Superate le 900mila somministrazioni di vaccini anti Covid in Toscana. Lo rende noto il presidente della Regione Eugenio Giani su Telegram. "Vaccini attualmente somministrati in Toscana: 901.073 Percentuale di somministrazione e ritmo 89,6% (87,2% media nazionale)"

Lenta discesa dei ricoveri

A livello nazionale, intanto, è lenta la discesa dei ricoveri. Uno dei più importanti indicatori, che rallenta anche il resto della sanità, ovvero i numeri dei ricoverati per covid, è tornato infatti lunedì 12 aprile a salire dopo diversi giorni di calo. La situazione dunque è di stallo, eppure i numeri sono particolarmente importanti perché da loro dipenderà la calendarizzazione delle riaperture: ci sono categorie, come quella dei ristoratori, che non fanno affari da tempo e la loro pressione sul Governo per riaprire è alta, come si è visto con la nuova manifestazione di lunedì 12 aprile.