Firenze, 3 agosto 2021 - Il green pass sarà presto realtà: da venerdì 6 agosto, secondo le regole contro la diffusione del covid, il certificato verde dovrà essere esibito in determinati luoghi come ristoranti al chiuso, palestre, ma anche eventi pubblici come spettacoli e sagre, oltre che per le partite di calcio.

Green pass, guida definitiva in vista del 6 agosto

Chi può controllare il nostro green pass

Green pass in musei e alberghi: dove e quando serve

Un cambiamento importante nella vita di tutti i giorni. Dovremo portare il nostro green pass con noi: o quello cartaceo, scaricabile in pdf, o quello digitale, da custodire tra le foto dei nostri smartphone. Ma chi può controllare il green pass? Quali sono le categorie di persone alle quali siamo obbligati a esibire il certificato? 

Il green pass serve al supermercato? Domande e risposte

In primisi ci sono le forze dell'ordine, che potranno effettuare dei controlli nei luoghi in cui il green pass è obbligatorio (tra questi luoghi ci saranno ad esempio anche i musei) e tutti i pubblici ufficiali nell'esercizio delle loro funzioni. Potranno chiedere il green pass anche i gestori dei locali o gli organizzatori di eventi pubblici come concerti e simili. I ristoratori non saranno tenuti a controllare il green pass: su questo non hanno obblighi. In maniera facoltativa, i ristoratori potranno misurare la temperatura degli avventori dei loro locali. 

Ma come viene controllato il green pass? Il personale preposto al controllo avrà con sé uno smartphone con l'app VerificaC19, scaricabile su tutti gli smartphone: inquadrando il qr code con la fotocamera dello smartphone, l'app, che accede alla banca dati nazionale, potrà dire se il green pass è valido.