ANGELA BALDI
Cronaca

Calcit, domenica il Mercatio dei Ragazzi nella sede storica di San Jacopo

Sassoli: “Obiettivo raccogliere fondi per il servizio Scudo che costa 340 mila euro l'anno”

calcit

calcit

Arezzo, 13 ottobre 2023 – Domenica 15 ottobre torna in piazza San Jacopo dove tutto è partito nel 1978, il Mercatino dei Ragazzi del Calcit. Qui dove debuttò 45 anni fa l'idea di Franco Palazzini. Domenica saranno presenti 35 espositori con circa 70 banchi dove verranno esposti e messi in vendita come sempre oggetti di vario genere, dai giochi all’attrezzatura per bambini, dai vestiti agli accessori, passando per articoli per la casa, quadri, libri e curiosità di ogni tipi, il cui ricavato sarà destinato a sostenere il servizio di cure domiciliari oncologiche Scudo.

Giancarlo Sassoli, Presidente del Calcit di Arezzo, quanto costa lo Scudo ogni anno e in cosa consiste il servizio?

“Il Servizio Scudo svolto in collaborazione con la Usl sud est ha un costo di 340.000 euro all'anno , è completamente gratuito per i pazienti, grazie ai contributi dei cittadini, ed è attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno. Viene attivato dal proprio medico di famiglia che insieme al medico di Cure palliative predispone il piano assistenziale. E’ un’eccellenza aretina, il Calcit finanzia un gruppo di infermieri, medici e mezzi. Lo Scudo è dotato di quattro mezzi, un team di 5 infermieri e un medico, e se c’è bisogno c’è anche lo psicologo”.

Viene finanziato interamente dal Calcit solo con i mercatini?

“Una buona parte circa 200mila euro, destinati allo Scudo arrivano dal 5 per mille. Il resto che occorre per raggiungere i 340mila euro annuali si copre con mercatini, offerte, memorie e lasciti”.

Arezzo è molto legata al Calcit e risponde sempre con generosità alla chiamata dei mercatini, ma quali sono stati i lasciti più curiosi donati al comitato?

“Abbiamo ricevuto diverse case, anche adesso abbiamo messo in vendita due appartamenti. E’ una pratica comune, più strano è stato ricevere una multi proprietà in Val Gardena, metteremo in vendita anche quella. Si trova in centro a Santa Cristina in un’ottima posizione davanti al Sassolungo, è disponibile per 15 giorni una settimana a fine giugno e una la prima di luglio”.

Quanto dona il Calcit annualmente alla sanità pubblica?

“Quasi 1 milione all'anno tra strumenti e Scudo”.

Domenica il Mercatino dei Ragazzi tornerà nella sua sede storica…

“Piazza San Jacopo è il luogo da dove tutto è partito, col primo mercatino del Calcit del 1978. I primi mercatini si facevano solo lì, poi è arrivato l’Eden con la necessità di allargarsi. Adesso la zona Eden resta protagonista del mercatino di primavera, mentre per la data di ottobre che di solito si svolgeva in piazza Grande, siamo tornato in pianta stabile a San Jacopo. Un’esigenza nata nel post pandemia quando i locali di piazza Grande si sono allargati tanto all’esterno. Domenica ci saranno 70 banchini e 35 espositori, la maggior parte storici più qualche bambino delle scuole”.

Sarà presente anche il banco delle coperte di Mani& Cuore per il Calcit?

“Sì, sarà l’occasione per lanciare l’evento 2024 di Mani & Cuore per il Calcit che tornerà a maggio in piazza Grande dove verranno stese di nuovo 1500 coperte di lana fatte a mano. Un evento a cadenza biennale. E visto che ottobre è il mese della prevenzione per i tumori al seno, domenica faremo una campagna di informazione con tanti volantini sui banchi. Sabato 21 ottobre su questo tema ci sarà un incontro al Tennis Giotto con tutti i medici della senologia”.