Un laboratorio di analisi (foto di repertorio)
Un laboratorio di analisi (foto di repertorio)

Firenze, 13 novembre 2019 - Salgono a 136, da novembre 2018 a oggi, i pazienti in Toscana nel cui sangue è stato isolato il batterio New Delhi. È il dato diffuso questo pomeriggio sul proprio sito dall'Agenzia regionale di sanità della Toscana, che ogni mercoledì pubblica il monitoraggio settimanale sulla diffusione del superbatterio Ndm.

Il 6 novembre scorso i casi rilevati erano 132. I casi, spiega l'Ars, «sono risultati letali nel 33% dei pazienti con sepsi (non necessariamente si tratta di decessi dovuti all'infezione specifica), percentuale paragonabile alla letalità per questa condizione causata da altri batteri resistenti agli antibiotici carbapenemici».