Firenze, 13 gennaio 2020 - Dal carrello della spesa un aiuto concreto alla scienza e alla lotta al Covid-19. Sono stati presentati stamani i risultati del progetto “Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani” promosso da Unicoop Firenze, Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno a favore dei ricercatori del Mad Lab di Toscana Life Sciences, con sede a Siena e guidato dallo scienziato di fama internazionale Rino Rappuoli: un team all’avanguardia nella lotta al Covid-19, in particolare attraverso la cura con anticorpi monoclonali che sarà disponibile fra fine marzo e aprile.
Sono stati 151mila i cittadini che, andando a fare la spesa, hanno scelto di aderire al crowdfunding. La somma è stata poi raddoppiata dalle Coop promotrici del progetto: così, in quaranta giorni, è stata raggiunta la cifra di 1.578.099 euro, quasi 80mila euro in più dell’obbiettivo iniziale.

I fondi verranno utilizzati per rafforzare la ricerca sulle possibili mutazioni del virus e sullo sviluppo di terapie combinate. Permetteranno inoltre la costituzione di un team che userà le competenze informatiche nell’analisi del dato biologico, per ridurre i tempi delle valutazioni cliniche sull’efficacia di nuove cure. Verrà anche realizzata un’area di stoccaggio freddo (crioconservazione dai +4 ai -160° C) e nascerà un nuovo laboratorio del tipo BSL3 cioè qualificato per la gestione di patogeni, come il Coronavirus, in un ambiente di massima sicurezza.

«Siamo molto grati a Coop, a tutti i soci e ai clienti che hanno contribuito alla raccolta fondi a favore della ricerca scientifica della nostra Fondazione - ha commentato il presidente di Fondazione Toscana Life Sciences, Fabrizio Landi – Grazie alla loro generosità siamo riusciti a raccogliere risorse importanti che ci permetteranno di realizzare un nuovo laboratorio BSL3 e altre infrastrutture. Rafforzeremo il gruppo di ricerca con una nuova unità all’interno di TLS e, sempre grazie al progetto di crowdfunding di Coop, finanzieremo anche due nuove borse di dottorato di durata pluriennale».

«La raccolta fondi di Coop ci ha regalato grandissime soddisfazioni – ha commentato Rino Rappuoli, coordinatore scientifico del MAD Lab di Toscana Life Sciences -. Un grazie speciale va a tutti coloro che hanno contribuito alla campagna, facendoci sentire il loro appoggio. Oggi, come in futuro, sarà fondamentale continuare a investire nella scienza per farci trovare pronti rispetto alle mutazioni del virus, cercando di essere sempre un passo avanti».

«La pandemia ha riportato in primo piano l’importanza della ricerca scientifica - ha detto Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze -. Come Coop abbiamo deciso di sostenere un’importante realtà che ha sede in Toscana ma opera a livello internazionale e abbiamo voluto promuovere una raccolta fondi popolare tra i nostri soci e clienti, che facesse arrivare a tutti un messaggio chiaro: non esiste futuro senza ricerca ed è compito di tutti, ognuno come può, sostenere i giovani ricercatori di talento».

«Vogliamo ringraziare i nostri soci che hanno risposto con tanta partecipazione a questa iniziativa - ha dichiarato Mario Cifiello, presidente di Coop Alleanza 3.0 -. Il contributo collettivo che ha coinvolto soci, consumatori, istituzioni, fa parte di una nuova fase di cooperazione per la costruzione del benessere collettivo della comunità. Così facendo svolgiamo un ruolo di coesione sociale che è coerente con la nostra storia e i nostri valori di sempre».

Lisa Ciardi