sagra
sagra

Firenze, 28 luglio 2021 - Estate, tempo di sole, buon cibo e ovviamente di sagre gastronomiche. Dopo l’anno nero del Covid, tornano gli appuntamenti dedicati alle specialità gastronomiche del territorio, dove sono i piatti tipici della tradizione a farla da padrona. Ecco gli appuntamenti dove gustare prelibatezze della Toscana.

Dedicata all’elemento principe e al piatto forte della tradizione toscana, la bistecca, da sabato 31 luglio a domenica 15 agosto, l’appuntamento è a Galleno, frazione del Comune di Fucecchio, con la 50 esima edizione della Sagra della Bistecca. Nella festa paesana di Galleno, la bistecca viene affiancata da altre specialità come primi caserecci o la tipica ‘polenta alla barrocciaia’. Sempre dedicata alla bistecca è dedicata la sagra nel Comune di Serravalle Pistoiese fino al 1° agosto. Dal 30 luglio al 1 agosto a Fucecchio l’appuntamento è con la 14 esima edizione della Sagra della Bistecca alla Ferruzza. Nel cuore della cittadina in provincia di Firenze, tre serate all’insegna del buon cibo e del divertimento. Tutte le domeniche fino all’8 agosto e il week end del 21 e 22 agosto a Casole d’Elsa in provincia di Siena è tempo della bistecca cotta sui bracieri in piazza della Libertà con insalata e fagioli di contorno. Fino al 1 agosto a Campiglia Marittina in provincia di Livorno torna la sagra del tortello e della bistecca.

La zuppa sarà protagonista in vari altri appuntamenti. Fino al 1 agosto a Capannori dove la Festa Giallorossa è dedicata alla zuppa frantoiana, uno dei principali piatti della cucina lucchese. Si potranno gustare zuppa e carne alla brace, sempre fino al primo agosto, a Buti, in provincia di Pisa nella Festa Rossoverde. Si potrà gustare la zuppa ‘come la faceva la nonna’ e un cacciucco stellato dal 30 luglio all’8 agosto alla Festa della Pallavolo a Piombino  presso la pinetina di Riotorto.

Atro piatto tipico è il cinghiale, che oltre nella sagra di Campiglia Marittina fino al 1 agosto, si potrà gustare nella festa del Tortello e Strozzapreti nel piccolo borgo che domina la maremma grosssetana di Campagnatico fino all’8 agosto. Specialità della cucina grossetana si possono inoltre gustare dal 29 luglio al 15 agosto a Rispescia in quella che è stata ribattezzata la Festa dello Sport. A Vicchio fino al 22 agosto l’appuntamento è con la festa del cinghiale e del tortello.

Altro piatto principe della tradizione toscana è la pasta. Nel grossetano quella tradizionale dei pici diffusa in tutta la Toscana meridionale, insieme a rostinciana e alle donzelle, la classica pasta di pane fritta, sono i protagonisti della sagra del Picio, della Donzella e della Rostinciana fino al 1 agosto a Follonica. E non mancheranno altre specialità come i tortelli maremmani. A Scansano invece, fino al 1 agosto, l’appuntamento è con la sagra della lasagna. Tortello e strozzapreti protagonisti a Campagnatico fino all’8 agosto. Fino al 1 agosto si potranno gustare i tordelli fatti a mano, accompagnati da contorno di grigliata mista e buona musica, a Sant’Angelo in Campo in provincia di Lucca. E poi la sagra della polenta a palle, vale a dire servita a cucchiaiate, nel comune di Altopascio in provincia di Lucca fino al 15 agosto.

Frittura di paranza, calamari, gamberi, baccalà e patatine e anche menù per vegetariani e vegani nella sagra del fritto misto a Impruneta in provincia di Firenze fino al 1 agosto, mentre la frittura di coniglio sarà protagonista nella sagra di Cunigliolo Fritto dal 5 al 29 agosto a San Miniato in provincia di Pisa. Funghi porcini sono il piatto principe della sagra delle pallette ai funghi a San Giuliano Terme, Pisa, fino all’8 agosto. E per gli amanti del buon vino, fino al 25 agosto tutti i mercoledì in piazza del Popolo a Montespertoli sarà possibile degustare i vini delle aziende agricole del territorio con ‘L’estate in cantina’.