Michael Stüve, presidente dell'Associazione Musica Ricercata
Michael Stüve, presidente dell'Associazione Musica Ricercata

Firenze, 15 aprile 2021- Sabato 17 aprile alle 18.30 l’ensemble Musica Ricercata torna ad esibirsi nella Chiesa di San Salvatore in Ognissanti, dove i soprani Giulia Peri e Asako Uchimura, l’organista James Gray e il violino di Michael Stüve accompagneranno la Santa Messa nel luogo di culto caro alla famiglia dei Vespucci.
Protagonisti dell'esibizione musicale saranno canti sacri sudamericani dell'epoca barocca.

«Musica Ricercata nasce nel 1987 come ensemble di musica da camera - spiega Michael Stüve, presidente dell'Associazione -, per iniziativa mia e di altri musicisti provenienti da varie parti del mondo ma attivi prevalentemente a Firenze, uniti dal comune interesse per il grande patrimonio musicale di questa città. Nel 1989 abbiamo costituito un'associazione culturale e da allora la nostra attività concertistica, frutto di attente ricerche musicologiche, abbraccia un repertorio sempre più ampio, che si distingue per la rarità dei programmi e la particolarità delle tematiche trattate. Dal 1998 - conclude il presidente - l’associazione è diventata un'Organizzazione non lucrativa di utilità sociale».Con i suoi programmi Musica Ricercata intende arricchire l’offerta musicale contemporanea, senza limitazioni di epoche e di stili. «Molti dei suoi programmi - puntualizza Stüve - propongono infatti repertori che abbracciano un periodo di 400, 700 o addirittura 1000 anni. Il rigore filologico dell’esecuzione spesso si sposa con tematiche di grande popolarità (‘La Cucina e la Musica’, ‘Il verso degli animali nella musica barocca’, ‘La Storia delle Maggiolate’) che facilitano l’ascolto anche di un repertorio antico o inconsueto. In alcuni programmi vengono messi a confronto strumenti musicali di epoche diverse (come in ‘Musette e Trillo del diavolo’ con opere di Giuseppe Tartini e Luigi Dallapiccola) per poterne apprezzare le diverse sonorità. In altri si ricerca l’equilibrio fra musica vocale e strumentale, ma soprattutto, “per haversi erudita, et scherzosa insieme”, come scrisse Ugo Caciotti in una lettera a Michelangelo Buonarroti il Giovane, si tenta di non separare mai la cultura dal divertimento».

Il concerto che accompagnerà la Santa Messa di sabato sarà così composto:
Oración “Hanacpachap cussicuini” – Gioia nel regno dei cieli (Juan Pérez Bocanegra,Ritual Formulario, e istitucion de curas, Lima, Perù, 1631); Manuel Joseph de Quiros (Guatemala, 1690-1765): Duo a la Ascension de Nuestro Señor “Jesús y lo que subes" Domenico Zipoli (Prato, 1688 – Cordoba, Argentina, 1726): “Chapie, Zuichupa” – Grazie nostro Dio (Archivio Musical de Chiquitos); “Dulce Jesús mío” (Ichepe niquil pihi yubai elevación) e “Anaustia Santísimo Sacramento” – Glorificato sia il Santissimo Sacramento, per voce, violino e basso continuo dall’Archivio Musical de Chiquitos, Santa Ana y San Rafael de Chiquitos, Bolivia.
La partecipazione alla Messa si svolgerà nel rispetto delle regole anti-CoViD, indossando la mascherina mantenendo la dovuta distanza interpersonale.

Caterina Ceccuti