Renzo Benesperi
Renzo Benesperi

Pistoia, 3 maggio 2018 - Della serie personalità eccellenti... una vita per l’agricoltura, un’esistenza spesa per Pistoia e il suo magnifico verde. Gli anni migliori di Renzo Benesperi, grand’ufficiale della Repubblica italiana, 50 anni nel mondo agricolo, dalla Cantina Sociale di Masiano all’Associazione Internazionale Produttori del Verde Moreno Vannucci, suddivisi equamente: 25 nella viticultura, 25 nel florovivaismo.

È uscito in questi giorni “Amarcord 2000”, un filmato in dvd di 46 minuti – montaggio a cura di Daniele Corallini – che ripercorrendo le stagioni di Benesperi ripercorre gli ultimi 50 anni dell’agricoltura, vivaismo florovivaismo e viticultura, pistoiese: 50 anni della storia, recente, della città di Giano. Un dvd non in vendita, ma a uso interno per i clienti dell’azienda Vannucci Piante, storico sponsor dell’Unione Sportiva Pistoiese 1921, la seconda famiglia di Benesperi, realizzato dall’Associazione Moreno Vannucci. Un filmato piacevole, garbato e ben musicato (tutti pezzi di musica classica, come per definire l’agricoltura un meraviglioso classico), in cui Benesperi racconta e si racconta con la saggezza dell’età.

Attraverso testimonianze e parole, tramite la rievocazione della convention mondiale del vivaismo tenutasi a Pistoia nel 2000, quando da tutto il mondo arrivarono gli esperti di agricoltura delle ambasciate per riconoscere il ruolo di Pistoia, Capitale incontrastata del verde. Ma quella di Benesperi appare una missione, sui dettami prima di Moreno e poi di Vannino junior Vannucci: fare pubbliche relazioni a un verde, oro pistoiese non sufficientemente valorizzato. Ecco allora l’incontro con i presidenti della Repubblica – Oscar Luigi Scalfaro e Carlo Azeglio Ciampi portati persino a giro nei vivai; Giorgio Napolitano raggiunto al Quirinale per la consegna dello splendido albero di Natale –, con i presidenti del Consiglio, persino con Papa Giovanni Paolo II.

Risultati grandiosi per far conoscere una bella realtà imprenditoriale italiana, di quella vera, sana, fatta di gente d’azienda e non di speculatori che spesso si spacciano per imprenditori. Dal semplice cittadino all’ospite internazionale, tutti portati rigorosamente a visitare le bellezze dei Vivai Vannucci e quelle, storico-artistiche-culturali, di Pistoia, dell’amatissima Pistoia. Decisamente un bel ritratto. Nei mesi scorsi, tra l’altro, Benesperi ha annunciato il suo ritiro dalle scene, giustificandolo con l’età avanzata. Vannino Vannucci l’ha invitato a proseguire, a continuare la sua opera di diffusione. Non è semplice, infatti, rintracciare chi, con sapienza ed entusiasmo, sa fare le pubbliche relazioni, credendo veramente nella sua missione, in questo caso il verde. Chi ci ha provato, prima e dopo Benesperi, ha alternato cose buone ad altre meno buone. Dimostrando, spesso, di non crederci davvero. La differenza sta tutta lì.

Gianluca Barni