Arezzo, 09 settembre 2018 - Il campionato non è ancora iniziato e le amichevoli, in molti casi, non fanno testo. Ma se la Sangiovannese è quella vista ieri pomeriggio al Fedini contro il quotatissimo Modena, i tifosi azzurri possono già pregustare un campionato simile a quello dello scorso anno. Quello che ha impressionato di più della gara odierna non è tanto l’1-0 finale, frutto di una rete di Disanto, tanto per cambiare migliore in campo, ma la prestazione corale della squadra, che è stata di altissimo livello, in alcuni momenti entusiasmante. Una squadra compatta tra i reparti, veloce a ripartire, lucida in difesa e letale in attacco. Insomma, una prova da 9 anche se è vietato fare voli pindarici. Il campionato, infatti, potrebbe essere un’altra cosa e questo dirigenti e staff tecnico lo sanno bene. Ma le credenziali per far bene ci sono anche quest’anno.

La vittoria degli azzurri è stata meritata, soprattutto in virtù di un secondo tempo in grande spolvero. Parte forte la squadra ospite e al 4° si sviluppa un’azione pericolosa sulla destra. Palla al centro, tocca Lauria a due passi dal portiere, ma la difesa azzurra ribatte, seppur con affanno. La reazione dei padroni di casa è immediata e un minuto dopo colpo di testa a botta sicura di Mencagli, con un salvataggio di un difensore canarino sulla linea di porta. La partita si mantiene sul filo dell’equilibrio, ma al 18° clamorosa palla goal per la squadra di Apolloni. Su angolo Obeng a tu per tu con Scarpelli non riesce a mettere la palla in fondo al sacco. Ancora gli emiliani vicini al goal un minuto più tardi con un colpo di testa di Ferretti parato dall’estremo valdarnese. Il Modena cerca di creare pericoli anche su calci da fermo, con una punizione dalla sinistra di Lauria deviata dal numero uno della Sangiovannese. Ma la squadra di Buso, nonostante il gap tecnico, non sta a guardare e cresce di minuto un minuto. Al 44° sfiora la marcatura con una splendida punizione dell’indiavolato Disanto che lambisce la traversa e sessanta secondi dopo confeziona la più importante palla goal del primo tempo, con Mugelli che da due passi spara clamorosamente alto.

La ripresa inizia con lo stesso canovaccio. La Sangiovannese crea pericoli e la difesa gialloblù è spesso in affanno. Al 4° Regoli si presenta a tu per tu con Piras, ma spara sul portiere. Il goal è nell’aria e arriva al 10°. Lancio filtrante per Disanto, giocatore da categoria superiore, che si presenta in area e trafigge l’estremo ospite. 1-0 per gli azzurri. La reazione degli emiliani non è quella che si aspettavano i tifosi giunti in Valdarno. I ragazzi di Apolloni si rendono pericolosi al 18° con una punizione dalla distanza di Lauria parata da Scarpelli e al 23°, con una conclusione della sinistra di Lauria deviata dal portiere della Sangiovannese. Ma sono i padroni di casa a sfiorare ancora il 2-0. Mencagli, infatti, lanciato sulla sinistra, colpisce il palo facendo gridare al goal. La gara scende di tono. I due allenatori effettuano una girandola di sostituzioni ma la Sangiovannese porta a casa un successo meritato. E domenica inizia il campionato. Vietato abbassare la guardia.

SANGIOVANNESE-MODENA IL TABELLINO

SANGIOVANNESE – Scarpelli, Rontini, Papini (66° Gautieri), Mazzolli (66° Muscas), Benedetti, Scoscini, Regoli, Tacconi (79° Somigli), Mencagli (76° Polo), Disanto, Mugelli All. Buso

MODENA – Piras, Massaroni, Zanoni, Boscolo, Perna, Gozzi, Bellini, Obeng, Ferretti (51° Sansovini), Lauria (66° Lo Bello), Baldazzi (74° Ferrario) All. Apolloni Arbitro: Sig. Giunto di Firenze Marcatori: 55° Disanto Note: Spettatori 400 circa, una cinquantina dei quali provenienti da Modena