di Giustino Bonci Saranno 210 i tifosi rossoblù che seguiranno dal vivo il derby del Valdarno numero 102 della storia, la partita dell’anno in tutti i sensi, specie per il Montevarchi, perché oltre a rinverdire la quasi centenaria rivalità sportiva con il Marzocco, stavolta può sancire con il conforto della matematica la vittoria dell’Aquila in campionato. Per seguire la capolista e assicurarsi un posto nella curva ospiti del "Virgilio Fedini" di San Giovanni, gli sportivi montevarchini dovranno acquistare il biglietto esclusivamente nella sede sociale di via Gramsci,...

di Giustino Bonci

Saranno 210 i tifosi rossoblù che seguiranno dal vivo il derby del Valdarno numero 102 della storia, la partita dell’anno in tutti i sensi, specie per il Montevarchi, perché oltre a rinverdire la quasi centenaria rivalità sportiva con il Marzocco, stavolta può sancire con il conforto della matematica la vittoria dell’Aquila in campionato. Per seguire la capolista e assicurarsi un posto nella curva ospiti del "Virgilio Fedini" di San Giovanni, gli sportivi montevarchini dovranno acquistare il biglietto esclusivamente nella sede sociale di via Gramsci, anche stamani dalle 10 alle 13. Le biglietterie dello stadio sangiovannese, infatti, saranno chiuse. Consolidate, ormai, le regole per la prevendita, a cominciare dal fornire generalità e numero di telefono, e per accedere al settore riservato. Secondo le normative anti – Covid 19, potrà entrare soltanto chi si presenterà oltre che con il regolare tagliando (prezzo unico 10 euro), indossando la mascherina e soprattutto con l’autocertificazione prevista dalle normative anti – contagio, debitamente compilata e firmata. Il modulo è scaricabile dal sito ufficiale www.aquilamontevarchi.it e, lo ripetiamo, il documento è un titolo fondamentale per poter assistere al confronto che può sancire la promozione in Serie C. Il traguardo di prestigio che rappresenta l’apice, sin qui, del percorso intrapreso solo 10 anni fa, ripartendo dalla Seconda categoria, da un club rifondato grazie all’impegno di dirigenti del posto.

Appassionati veri dei colori montevarchini, prima di essere imprenditori. La squadra che nel settembre scorso in pochi pronosticavano come dominatrice del torneo, ha due partite a disposizione nel breve volgere di tre giorni per sedersi nella prossima stagione al tavolo dei professionisti, in quanto mercoledì 16 potrà contare sul confronto casalingo con il Tiferno Lerchi.

Ci sarà tempo e modo per mettere a punto programmi tecnici e societari, per dirimere le questioni logistiche e gettare la basi per una milizia tranquilla in categoria superiore. Ora conta solo la conquista di un punto, visto il più 6 in classifica sul Trastevere che, peraltro, è atteso nel penultimo turno del calendario proprio dalla sfida con il Tiferno, a Città di Castello e non è automatico un successo. Va ricordato, d’altronde, che i trasteverini solo aggiudicandosi tutte e due le loro gare, l’ultima sarà con la Flaminia, e in caso di contemporanee sconfitte dei valdarnesi, ipotesi realisticamente remota, potrebbero aspirare allo spareggio. Nel frattempo, l’Aquila prepara la festa. Si profila una domenica speciale per chi resta in città perché sarà allestito un maxi -schermo al "Gastone Brilli Peri", per assistere alla diretta in streaming dell’incontro che inizierà alle 16. Ingresso al Comunale a offerta libera e all’interno sono previsti punti di ristoro in attesa del rientro della squadra dal derby.