ginnastica

Arezzo, 6 settembre 2018 - Ginnastica ritmica femminile, ginnastica artistica maschile e ginnastica artistica femminile. La Ginnastica Petrarca si presenta al via della nuova stagione rinnovando l’impegno in queste tre distinte discipline che, dai corsi di avviamento fino all’agonistica, riuniscono oggi oltre quattrocento atleti e atlete. La ripresa degli allenamenti coincide con i tradizionali Open Day che, a partire dai quattro anni, forniranno l’occasione per muovere i primi passi nel panorama ginnico, con due giornate di prova gratuite e aperte a tutti in programma lunedì 10 e mercoledì 12 settembre, dalle 17.00 alle 19.00, presso la palestra scolastica di Pescaiola. Gli aspiranti ginnasti potranno vivere un primo approccio a questo sport e scegliere così consapevolmente a quale disciplina dedicarsi tra la ritmica (lo sport con piccoli attrezzi come cerchio, palla, clavette, nastro e fune) e l’artistica (lo sport con grandi attrezzi come cavallo con maniglie, anelli, parallele e sbarra). Nelle tre sezioni, la Ginnastica Petrarca vanta gruppi sportivi capaci di distinguersi in Toscana e in Italia con grandi risultati: la ritmica è da sempre il fiore all’occhiello della società con la prima squadra impegnata nel massimo campionato nazionale di serie A1 e la vittoria di tante medaglie italiane (le ultime sono arrivate lo scorso aprile con il tricolore di Maria Vilucchi e il bronzo di Asia Massetti), ma è in forte crescita anche il movimento maschile dell’artistica. Un’ulteriore occasione per provare l’attività sarà fornita dalla “Giornata dello Sport” del Coni in programma domenica 16 settembre al parco Pertini, con i tecnici che saranno a disposizione dei bambini presenti per farli divertire tra esercizi e percorsi motori, e con la possibilità di ammirare le esibizioni degli agonisti.

Se gli Open Day e la ripresa delle attività proiettano verso il futuro, il mese di settembre della Ginnastica Petrarca si è aperto anche con un emozionante ritorno nel passato per omaggiare una delle maggiori protagoniste dei 141 anni di storia della società. La federazione italiana ha infatti inaugurato a Desio la nuova Accademia Internazionale di Ginnastica Ritmica che sarà sede delle “farfalle” della squadra nazionale e ha deciso di dedicare a Manola Rosi una delle sale di allenamento presenti all’interno della struttura, rendendo così indelebile il contributo portato dall’aretina al movimento ginnico nazionale. Prematuramente scomparsa nel 2009, Rosi ha infatti contribuito ai maggiori successi della Ginnastica Petrarca (compresa la vittoria del titolo italiano di A1 nel 1996) ed è stata anche la responsabile delle individualiste azzurre, portando un deciso rinnovamento nell’insegnamento della ginnastica. «L’inizio della nuova stagione ci lancia verso il futuro - commenta il presidente Paolo Pratesi, - ed è emozionante che questo momento corrisponda con l’omaggio da parte della federazione a Manola, rendendo immortale il ricordo di un’allenatrice che ha segnato la storia della Ginnastica Petrarca e, in generale, della ginnastica italiana».