Robinson Toledo

L’Arezzo continua a perdere pezzi e dopo il licenziamento dell’ex direttore generale Danilo Pagni, ora è la volta del bomber ex Pistoiese, Toledo Robson Machado. Ieri il giocatore ha avuto un’accesa discussione con il tecnico durante gli allenamenti, da qui sarebbe scaturita la decisione dei Capuano di licenziarlo. Nonostante le buone intenzioni dichiarate dal «sor Ferretti», la società sembra in piena crisi, un’altra dimostrazione che mette in serio dubbio la credibilità di questa dirigenza.

L’acquisto di Toledo era stato annunciato in pompa magna, sicuramente uno tra i migliori attaccanti in circolazione per la categoria, ma l’idilio è durato davvero poco; durante l’allenamento, prima è stato allontanato dal campo, poi nel pomeriggio licenziato da Eziolino Capuano. Decisione che forse doveva prendere il nuovo direttore sportivo. Ma sentiamo la versione dell’allenatore: «Voglio chiarire che Toledo non se ne andato come vorrebbero le voci in città, è stato mandato via dal sottoscritto».

Il motivo? «Non si è comportato bene poi evidentemente aveva voglia di andare al Siena, meglio così». Insistiamo. Cosa è successo? «C’è stata una discussione, nulla di particolare, ho richiamato il giocatore perchè urlava in campo e gli ho detto che doveva smettere, invece ha insistito e così ho preso questa decisione. Ci sono delle regole sulle quali non derogo e valgono per tutti, anche per Toledo». Il presidente che ha detto? «Cosa c’entra Ferretti? Ha fiducia illimitata in me, ho preso una decisione e non sono pentito. Come ho detto le regole vanno rispettate siamo tutti a lavorare per raggiungere l’obiettivo».

​ Fissata per lunedì alle 20.30 l’amichevole con la Fiorentina. La biglietteria aprirà il giorno della partita, la mattina dalle 10 alle 13 e il pomeriggio dalle 17 fino alla fine del primo tempo. Il costo del biglietto sarà per la tribuna centrale di 50 euro, tribuna laterale di 25 euro mentre per le curve 15 euro. ​L’Arezzo ha perso 1-0 l’amichevole di Castiglion Fiorentino con l’Ischia Isolaverde. Nel mirino dell’Arezzo ci sono il centrocampista Marco Brighi, ex Rimini, classe 1983 e l’attaccante Dimas, brasiliano, classe 1984 dal Teramo, squadra di C2.