L'esultanza di Cutolo
L'esultanza di Cutolo

Arezzo, 23 gennaio 2018 - Vittoria pesante per l'Arezzo che nonostante i problemi di formazione stende il presuntuoso Pisa con una prestazione notevole e meritando in pieno il risultato. E' un Arezzo prudente quello che propone Dal Canto, conscio della pericolosità di avversari che arrivavano al comunale in piena  forma e dopo un grande match pareggiato per pura sfortuna in casa contro il Siena, La scemta di dal canto è vincente. Nel primo tempo l'Arezzo non rischia praticamente mai costringendo il Pisa a concludere solo con tiri da fuori. L'unico pericolo arriva da un mischione dopo un incertezza del portiere. Al contrario gli amaranto pungono e parecchio in contropiede, con Cutolo principale protagonista che chiama l'estremo ospite a due notevoli interventi. Ma l'occasione migliore arriva con Brunori, imbeccato dal solito Cutolo: a due metri dalla porta, l'incornata è troppo centrale e trova ancora prontissimo l'ottimo portiere Gori, il migliore dei suoi. Sala ribadirebbe in rete ma è in fuorigioco.

La ripresa vive sullo stesso canovaccio con l'Arezzo che si crea spazi e riparte in contropiede, ma ci sono meno occasioni rispetto al primo tempo. Il match può sbloccarsi su un episodio che arriva puntuale al 19": l'arbitro fischia il rigore su un fallo di mano in area, Cutolo è freddo, spiazza Gori e sigla la rete che risulterà vincente. Si difende poi senza eccessivi affanni l'Arezzo che rischia grosso solo su un tiro di Pesenti deviato sulla traversa. Nervosismo nel finale, ne fa le spese il neoentrato Birindelli espulso all'ultimo minuto. Tripudio amaranto, gran festa sugli spalti. Quanto all'ex Moscardelli: ha combinato poco.

Il tris di gare in una settimana si concluderà domenica prossima con la trasferta in Sardegna, ad Arzachena, inizio alle 14.30. 

Il tecnico Dal Canto: "I miei ragazzi sono stati straordinari a interpretare bene in pochissimo tempo il nuovo modulo 3-5-2 che ci ha permesso di contrastare un grande avversario come il Pisa. Salifu pur non giocando da tanto tempo è stato bravissimo, sono contento per Cutolo per il gol e la prestazione ma dico bravi a tutti. Non eravamo brocchi dopo Vercelli, non siamo campioni ora, dobbiamo continuare a giocare con questa grinta, con questa voglia e ci toglieremo ancora soddisfazioni".

Il portiere Pelagotti e il centrocampista Foglia: "La vittoria del cuore. Ci siamo ricompattati subito dopo la sconfitta di Vercelli e col Pisa, grande avversario, è arrivata questa bella vittoria".

LE PAGELLE. Pelagotti 7+, Luciani 6-, Pelagatti 7, Burzigotti 6,5, Pinto 7, Sala 6,5, Foglia 6+, Salifu 7, Serrotti 6, Brunori 6, Cutolo 7+. Allenatore Dal Canto 7. 

PELAGOTTI 7,5. Incerto sull’occasionissima di De Vitis. A inizio ripresa fa un bell’intervento ma poi non esce e procura brividi. Le parate finali su Pesenti e Moscardelli (traversa inclusa) cambiano tutto: valgono come due gol. Il migliore.

PELAGATTI 7. Senso della posizione, esperienza, carattere. Salva un gol sulla linea su Lisi, poi prende le misure a Moscardelli e lo tiene a bada. Capitano senza fascia.

BURZIGOTTI 6. Qualche svarione all’inizio. Ma è solo bisogno di riprendere il ritmo, più incisivo nella ripresa con un solo blackout, che risulta innocuo. PINTO 7. Gioca con l’ormai consueta sicurezza e non si astiene mai dalla lotta. Un punto fermo della difesa.

LUCIANI 5,5. Insicuro, pasticcia tanto: un pallone regalato al Mosca intorno all’ora di gioco fa ribollire tutto lo stadio.

FOGLIA 6. Moto perpetuo: l’unica sbandata innesca Moscardelli che, per fortuna dell’Arezzo, spara altissimo. Diffidato e ammonito, salta Arzachena. SALIFU 7. Recupera e serve palloni interessanti. Qualche defaillance assortita, perdonabile per l’inattività. Ma è fra i migliori.

SERROTTI 6. Il solito furetto che scappa e va tra le linee. A corrente alternata, quello del trequartista non è il suo ruolo ma ci mette sempre il cuore.

SALA 6,5. Alterna giocate di rara tecnica a iniziative meno felici. Alla fine del primo tempo si vede annullare un gol per un giusto fuorigioco. Risponde presente quando il Pisa preme per cercare il pareggio.

CUTOLO 7. Ha sui piedi l’occasionissima del primo tempo: calcia pure bene ma il portiere del Pisa ci arriva con le unghie. Si presenta sugli 11 metri dopo che l’arbitro concede il primo rigore della stagione. Segna in un silenzio surreale e fa esplodere tutto. (36’ st PERSANO SV)

BRUNORI 6. Sempre volitivo, sempre pungente. Dialoga bene, apre il gioco. Gli manca solo il gol. Che si mangia dopo quaranta minuti scarsi quando di testa indirizza il pallone sul portiere Gori. (46’ st ZINI SV. Fa espellere Birindelli)

All. DAL CANTO 7. Si barcamena tra le emergenze. Disegna la difesa a tre, mette la museruola al super attacco de Pisa e ancora una volta ha ragione lui.

 

90' + 4' - L'Arezzo batte il Pisa 1-0.

90' - Quattro minuti di recupero.

83' - Doppio miracolo di Pelagotti: respinge un tiro potente da fuori area, Pesenti di avventa sulla ribattuta ma Pelagotti manda sulla traversa.

79' - Esce Cutolo per Persano. Standing ovation per il capitano.

77' - Pelagotti sceglie il tempo giusto per uscire e bloccare Moscardelli.

66' - GOL AREZZO: Cutolo spiazza Gori.

65' - RIGORE PER L'AREZZO: Benedetti tocca con il braccio il pallone che si era alzato a campanile sul tiro di Brunori dal limite.

63' - Luciani regala palla a Moscardelli che lancia Pesenti, il pallone schizza appena tocca terra e Pelagotti blocca in uscita.

55' - Esce Minesso per Pesenti.

52' - Gran tiro da fuori area di Minesso, Pelagotti blocca in due tempi.

47' - Cutolo appoggia a Brunori che si accentra e lascia partire un sinistro sul quale Gori si distende bloccando a terra.

46' - Squadre in campo per la ripresa. Nessun cambio durante l'intervallo.

45' - Termina in parità il primo tempo. Arezzo più pericoloso del Pisa che si è affidato fin qui a calci piazzati e tiri da fuori.

37' - GOL ANNULLATO: Brunori di testa chiama Gori alla respinta, il pallone resta in area e Sala insacca. L'arbitro annulla per fuorigioco.

31' - Salifu recupera palla e innesca Cutolo che impegna Gori, il pallone danza in area e il Pisa si rifugia in angolo.

24' - Occasionissima per il Pisa: Gucher dalla bandierina chiama in causa Pelagotti che smanaccia, il pallone si impenna e Palagatti salva sulla linea di porta.

20' - Moscardelli spara in curva.

12' - Brunori mette al centro ma non ci arriva nessun compagno.

10' - Risponde il Pisa con Lisi da fuori area: tiro potente ma palla a lato.

8' - Contropiede di Foglia, Cutolo riceve dal limite e impegna che respinge.

1' - Inizia la partita. Confermati gli schieramenti.

AREZZO (3-5-2): 22 Pelagotti: 6 Pelagatti, 24 Burzigotti, 26 Pinto; 16 Luciani, 8 Foglia, 17 Salifu, 11 Serrotti, 32 Sala; 10 Cutolo (34' st 19 Persano), 9 Brunori (47' st 7 Zini).
A disposizione: 1 Melgrati, 2 Zappella, 3 Varutti, 4 Buglio, 21 Benucci, 27 Bruschi, 28 Keqi, 29 Tassi, 33 Borghini, 39 Belloni.
Allenatore: Alessandro Dal Canto.
Diffidati: 4 Buglio, 6 Pelagatti. Indisponibili: 5 Mosti, 13 Basit, 14 Danese, 15 Nije, 23 Stefanec, 25 Choe. Squalificati: 18 Remedi (1).

PISA (4-3-1-2): 1 Gori; 4 Buschiazzo (24' st 2 Birindelli), 30 De Vitis, 33 Benedetti, 23 Lisi; 7 Verna (14' st 14 Marin), 27 Gucher, 10 Di Quinzio; 11 Minesso; 26 Masucci (10' st 32 Pesenti), 9 Moscardelli.
A disposizione: 12 D'Egidio, 22 Cardelli, 2 Birindelli, 3 Brignani, 5 Zammarini, 6 Masi, 8 Izzillo, 13 Meroni, 34 Gamarra.
Allenatore: Luca D’Angelo.
ARBITRO: Daniel Amabile di Vicenza (Gianluca Sartori di Genova - Alessandro Colinucci di Cesena).
RETI: st 21' Cutolo rig.
Note - Spettatori: 1.500 circa. Recupero: 0‘ + 4‘. Angoli: . Ammoniti: st 13' De Vitis, 33' Foglia, 44' Benedetti. D'Angelo allontanato per proteste al 44' st.