Montevarchi - sangiovannese
Montevarchi - sangiovannese

Arezzo, 27 agosto 2018 - Ci sono voluti 37 anni al Montevarchi per tornare a brindare in Coppa con la Sangiovannese. E il digiuno, nel 96° derby di sempre e 22° della manifestazione, si è spezzato ai rigori che, invece, un anno fa premiarono il Marzocco. A differenza della passata stagione, però, l’eterna sfida ha dispensato emozioni fino al 93’ quando Biagi ha riacciuffato una gara che alla mezzora della ripresa sembrava già nella cassaforte degli ospiti.

1800 gli spettatori sugli spalti, sfottò per tutti i gusti, ma nessuna tensione. In tribuna anche Rigucci e Iacobelli, sulle panchine delle due valdarnesi fino al maggio scorso. La Sangio parte fortissimo e passa in un lampo. Di Santo, un fuori categoria, mette il turbo a sinistra e crossa per Mencagli che fulmina con una rasoiata Pellegrini.

Accusano il colpo gli aquilotti e al 10’ gli uomini di Buso, più rapidi e reattivi, segnano ancora. Mazzolli, diga in mediana, vince un contrasto e serve Mencagli che rende il favore a Francesco Di Santo per il comodo raddoppio. Fino alla mezzora Scarpelli rischia poco o nulla ma a ridar fiato alla Curva Farolfi ci pensa Essoussi che al 31’ riapre il match con un tocco sotto misura sul cross di Lischi. In avvio di ripresa Venturi gioca la carta Masini per dare anima e geometrie ai suoi.

Nel frattempo continua il «Di Santo show». Prima l’ex amaranto impegna Pellegrini dal limite; poi, al 52’, deposita in rete la palla del 3 a 1 e della doppietta personale, sfruttando l’assist di Mugelli e la dormita colossale della difesa.

Sembra fatta per il team di Buso e, invece, il finale montevarchino, tutto muscoli e cuore, produce una rimonta nel suo piccolo storica: il 2 a 3 è di Masini con una magistrale punizione (80’) ed è Biagi a portare il Montevarchi ai tiri dal dischetto al terzo di recupero con una volée imprendibile. Stavolta i rossoblù sono infallibili e con l’8 a 6 complessivo si qualificano al 2° turno, grazie alla parata di Pellegrini su Muscas.