Arezzo, 14 agosto 2018 - Rigori fatali per l'Arezzo subito eliminato dalla Coppa Italia di serie C da una Lucchese tutt'altro che irresistibile. Qualificazione gettata al vento già all'andata dove gli amaranto potevano e dovevano vincere. Al ritorno è finita con lo stesso punteggio di 1-1 e tutto è stato deciso dall'ottima vena della Lucchese ai rigori e da quella pessima dell'Arezzo. Dopo 16' penalty dubbio per i rossoneri trasformato da Provenzano, al 46' il pari di Tassi su punizione di Cutolo. Nella ripresa proprio verso la fine, al 42', rigore qualificazione per gli amaranto ma Brunori lo spreca. Niente supplementari, si va ai tiri dal dischetto. Lucchese implacabile, Arezzo disastroso. Con Cutolo sostituito, sbagliano Buglio, Bruschi e Persano, segna solo Foglia. I rssoneri ne segnano quattro e non hanno neanche bisogno di tirare il quinto.

E' vero, è Coppa di C, ma venire eliminati da una squadra al momento inferiore e sbagliando quattro penalty, compreso quello di Brunori, su cinque, lascia l'amaro in bocca. Adesso ci sarà da concentrarsi sul campionato. Non si può chiedere troppo a una società che ha già fatto tantissimo a salvare l'Arezzo sull'orlo del fallimento, ma l'impressione è che questa squadra che è molto giovane e inesperta, necessiti di qualche rinforzo che dia più sostanza e solidità.

Intanto è stata definita una prestigiosa amichevole con la Fiorentina, giovedì 23 agosto al Comunale con inizio alle ore 20,30. I viola cominceranno il campionato domenica prossima a Genova con la Sampdoria. Più volte i viola sono arrivati al Comunale in amichevole anche tra gli anni Novanta e Duemila, La settimana successiva poi giungerà l'Empoli, l'altra squadra toscana di serie A.