L'esultanza dei giocatori dell'Arezzo a fine partita
L'esultanza dei giocatori dell'Arezzo a fine partita

Arezzo, 25 novembre 2018 - L'Arezzo fa un grande colpo a Piacenza nello scontro direto in alta quota e vola al primo posto insieme alla Carrarese anche se considerando i recuperi, Entella, pur sconfitta Siena, Pro Vercelli e lo stesso Piacenza possono balzare al vertice. Ma intanto gli amaranto e i tifosi si godono questo splendido momento. Una partita che sembrava avviata allo 0-0 con poche occasioni da gol, è stata decisa da un micidiale uno-due della truppa di Dal Canto, grazie ai gol di Sala e Brunori in appena due minuti. 

Il promettente esterno sinistro difensivo Sala ha insaccato in diagonale di destro dopo assist di Buglio, col portiere Fumagalli non esente da colpe. Era il 27' del secondo tempo e due minuti dopo approfittando di un errore di Silva, Brunori è stato bravo a partire verso la porta e trafiggere il portiere. Al 32' il Piacenza poteva riparire la partita ma Pelagatti ha compiuto un grande intervento su tiro da distanza ravvicinata, poi il finale con l'Arezzo che ha controllato bene ed è finita con un successo da applausi sul campo di quella che era la capolista.  Tripudio tra i 170 sostenitori amaranto. Messa la freccia è avvenuto il sorpasso, tenendo il passo della Carrarese che ha battuto 4-1 il Pisa.. Attenzione difensiva a parte una indecisione fra Pelagotti e Pelagatti con Romero che stava per approfittarne, buon centrocampo con Basit, Foglia, Buglio e lo stesso Serrotti, anche se le occasioni create erano col contagocce ma ultimamente l'Arezzo ha la capacità della grande squadra di saper sfruttare al meglio le occasioni che capitano.

Si può sognare? Forse è ancora presto ed è giusto continuare con questa umiltà e determinazione ma ci sono segnali che questa squadra possa essere protagonista fino in fondo.

Le pagelle: Pelagotti 6,5, Luciani 6,5, Pelagatti 6,5, Pinto 6,5, Sala 7,5, Buglio 6,5, Basit 7, Foglia 6,5 Serrotti 6,5, Brunori 7, Persano 5, Zini 6+. All. Dal Canto 7+

Il tecnico Dal Canto: "Partita difficile ma lo sapevamo. Siamo usciti però nella ripresa conquistando una vittoria preziosa contro un Piacenza che era al vertice della classifica. In ogni caso  meglio non esaltarci troppo anche se nessuno si aspettava che saremmo stati a questo punto alla tredicesima giornata".

Gli autori dei gol, Sala e Brunoti: "Abbiamo riscattati gli ultimi due amari pareggi. Vittoria importante ma non dobbiamo esaltarci e pensare a una partita alla volta".

Matteo Marzotti-Fausto Sarrini

90' +5' - L'Arezzo espugna Piacenza e torna al primo posto con la Carrarese.

90' - Saranno cinque  i minuti di recupero.

82' - Sestu di testa da buona posizione alza sopra la traversa.

74' GOL AREZZO: Brunori in contropiede supera Fumagalli.

72' GOL AREZZO: Zini ruba palla a Nicco, appoggia a Sala che con il supporto del palo passa in vantaggio.

68' - Serrotti dal limite trova la parata di Fumagalli.

58' - Fase caotica della partita con errori da una parte e dall'altra e numerosi falli che interrompono il gioco.

48' - Pergreffi di piatto prova a sorprede Pelagotti, ma il portiere amaranto blocca.

46' - Squadre in campo per la ripresa senza sostituzioni.

45' + 1' - Termina 0-0 il primo tempo.

44' - Un minuto di recupero.

42' - Prima occasione per l'Arezzo, Foglia dalla distanza ci prova mancando il bersaglio.

33' - Pelagotti su punizione non si lascia sorprendere sulla punizione insidiosa di Di Molfetta.

27' - Cross di Barlocco, Romero di testa manda sopra la traversa.

12' - Brivido per l'Arezzo. Uscita avventata di Pelagotti che per poco non permette a Romero di segnare a porta vuota.

10' - Poche emozioni fin qui. Il Piacenza manovra, l'Arezzo ha difficoltà nel gestire il pallone e nel costruire soprattutto negli ultimi metri. Bene Sala tra gli amaranto, preciso in chiusura e soprattutto in fase di costruzione.

1' - Piacenza-Arezzo si apre con un bel colpo d'occhio sul Garilli con la coreografia dei tifosi di casa dedicata a Marco Reboli, anima del tifo biancorosso scomparso pochi giorni fa. Dall'altra parte le bandiere amaranto sventoalte dagli oltre 170 aretini. Il Piacenza rispetto alla vigilia si schiera con un 3-5-2.

PIACENZA (3-5-2): 1 Fumagalli; 24 Troiani, 6 Silva (30' st 19 Fedato), 4 Pergreffi; 20 Di Molfetta (24' st 16 Mulas), 8 Nicco, 21 Marotta, 10 Corradi, 25 Barlocco; 28 Romero (39' st 9 Pesenti), 7 Sestu (38' st 2 Sylla).
A disposizione: 12 Verdero, 22 Calore, 3 Cauz, 18 Della Latta, 23 Spinozzi.
Allenatore: Arnaldo Franzini.

AREZZO (4-3-1-2): 22 Pelagotti; 16 Luciani, 6 Pelagatti, 26 Pinto, 32 Sala; 4 Buglio (46' st 29 Tassi), 13 Basit, 8 Foglia; 11 Serrotti (38' st 28 Keqi); 9 Brunori, 19 Persano (15' st 7 Zini).
A disposizione: 1 Melgrati, 2 Zappella, 3 Varutti, 5 Mosti, 14 Danese, 23 Stefanec, 25 Choe, 27 Bruschi, 33 Borghini.
Indisponibili: 10 Cutolo, 15 Nije, 17 Salifu, 21 Benucci, 24 Burzigotti, 39 Belloni.Allenatore: Alessandro Dal Canto.
ARBITRO: Matteo Marchetti di Ostia Lido (Massimiliano Magri di Imperia - Giulio Fantino di Savona).
RETI: st 27' Sala.
Note - Spettatori: 2.681 (1.522 abbonati). Recupero: 1' + 5'. Angoli: 5-2. Ammoniti: pt 24' Barlocco; st 35' Pinto, 41' Keqi.