L'abbraccio tra i rivali
L'abbraccio tra i rivali

Arezzo, 9 giugno 2019 - Ora il risultato è definitivo. Valentina Vadi ha sopravanzato Carbini per 54.6 contro 45,4%. Dalla sua parte 3923 voti contro i 3264 ottenuti dal suo avversario

Ore 00.08. Valentina Vadi è il nuovo sindaco di San Giovanni Valdarno. A 19 sezioni il suo vantaggio è incolmabile, essendo salito a 55 contro 45. Un vantaggio incolmabile per l'ultima sezione. Valentina Vadi succede a Maurizio Viligiardi alla guida di Palazzo d'Arnolfo

Ore 23.59. Valentina Vadi a 17 sezioni è avanti 54,3 a 45,7. Il margine è di circa seicento voti quando ne mancherebbero appena 1500 da scrutinare. La linea sembra andare verso la vittoria della candidata del centrosinistra

Ore 23.54, Valentina Vadi avanti di dieci punti dopo 15 sezioni su venti. Sembra ad un passo dal successo

Ore 23.50. Valentina Vadi dopo sette sezioni è avanti 56 a 44 contro Francesco Carbini.

Ore 23.44. Cinque sezioni su venti, anche se forse non ancora le più popolose. Ilvantaggio di Valentina Vadi su Carbini è 57 a 43.

Le urne si sono aperte, è iniziato lo scrutinio. Valentina Vadi o Francesco Carbini. 

Una sfida a due tra Valentina Vadi, 46 anni, insegnante di lingua e letteratura italiana e latina al liceo Scientifico «Benedetto» Varchi, è a capo delle liste «Ambiente, Scuola, Cultura, Giovani», «Valentina Vadi Sindaco» e «Pd e Liberi Uguali e Progressisti».

E di là Francesco Carbini, 53 anni, commercialista, revisore legale dei conti e revisore enti locali è il candidato delle liste «Liste Civiche per San Giovanni», «San Giovanni Bene Comune», «Si. Amo San Giovanni» e «Carbini Sindaco».

Nell'affluenza alle 23 un lieve recupero di affluenza, che si attesta al 56%, quindi circa sedici punti sotto il dato del primo turno. Hanno votato 7324 elettori su 13.082. Alle 19 si era disegnato il profilo di un vero e proprio crollo di votanti. Nel totale delle sezioni l'affluenza era stata infatti del 39,4% contro il quasi 60% alla stessa ora di quindici giorni fa. A mezzogiorno l'afflusso era in calo rispetto al primo turno delle amministrative ma ancora in modo meno eclatante. Aveva votato infatti il 17,8% degli elettori, come dire 2327 rispetto ai 13.082 aventi diritto. Nel primo turno a questo punto era già sfilato davanti alle urne il 21,8%

L’attesa è spasmodica. Venerdì sera i due candidati hanno chiuso la campagna elettorale in luoghi diversi. La Vadi proprio di fronte al suo comitato elettorale, Carbini in piazza Matteotti e poi con una cena a Villa Santa Maria.Gli aventi diritto al voto sono 13.082. Al primo turno si sono recati alle urne 9.505 cittadini , pari al 72,66%. Hanno votato per la Vadi 4.184 elettori, pari al 45,42%. Per Carbini 2.582 elettori, ovvero il 28,03%. Gli altri voti sono andati agli altri due candidati, Roberto Martini del centrodestra e Tommaso Pierazzi del Movimento 5 Stelle.