Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Educazione civica nelle scuole. Il Comune di Montevarchi aderisce alla raccolta firme

L'Anci chiede di reintrodurre l'educazione civica come materia scolastica. Il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai conferma il pieno appoggio all'iniziativa. 

di Marco Corsi
Ultimo aggiornamento il 20 luglio 2018 alle 11:06
Il sindaco Chiassai durante la conferenza

Arezzo, 20 luglio 2018 - “Reintrodurre l’educazione civica nelle scuole”. Palazzo Varchi ha deciso di appoggiare l’iniziativa attivata dall’Anci, l’associazione nazionale dei comuni d’Italia, che chiederà alla politica nazionale di fare un salto indietro nel tempo, reintroducendo l’educazione civica come materia scolastica. Oggi ha preso il via la raccolta firme da presentare poi in Parlamento e il sindaco Silvia Chiassai Martini, con un’uscita ufficiale, ha ufficializzato il si convinto dell’ente. “Fin dal nostro insediamento a Palazzo Varchi – ha detto – abbiamo sentito fortemente l’esigenza di operare per una maggiore diffusione del senso di appartenenza alla comunità e alla città promuovendo la campagna di sensibilizzazione e di informazione sul decoro e sul rispetto delle regole”. In quell’occasione i testimonial furono i cittadini, che misero la loro faccia per richiamare tutti al rispetto di regole banali di civile convivenza e quindi di educazione civica.

“Una campagna – ha aggiunto la Chiassai - che, non a caso, è stata promossa anche tramite i ragazzi della scuola, intesa come luogo in cui far nascere e condividere il senso di appartenenza alla comunità”. A Montevarchi sarà possibile aderire alla raccolta firme recandosi direttamente all’Ufficio Urp del Comune, dove sarà presente la relativa modulistica. L’obiettivo, come ha precisato il sindaco, è soprattutto quello di formare i giovani al senso di responsabilità, rispetto reciproco, sviluppo civico e valore della memoria. “L’ora di educazione alla cittadinanza, oltre a far conoscere i principi costituzionali, - ha concluso - investirà su di un aumento di consapevolezza rispetto ai beni comuni e al rispetto alle norme comportamentali”.

L’educazione civica e la conoscenza dei principi che regolano la democrazia sono state ritenute fondamentali fin dal 1958, quando fu Aldo Moro, di cui ricorrono in questo anno 40 anni dalla morte, a proporre l’inserimento della disciplina dell’educazione civica nei curricula scolastici. “L’insegnamento dell’educazione alla cittadinanza deve tornare ad avere lo stesso valore delle altre materie scolastiche – ha proseguito iol sindaco di Montevarchi - . Quella di oggi sarà la prima di una serie di giornate di mobilitazione dei sindaci italiani, finalizzate a raccogliere le cinquantamila firme in sei mesi necessarie per il deposito della proposta di legge in Parlamento. Un modo per riavvicinare, attraverso la conoscenza, il cittadino alle istituzioni e anche alla politica intesa come servizio alla comunità”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.