Arezzo, 31 agosto 2018 - PASSA ANCHE da Cortona la carovana dei «pensatoi» della «rifondazione democratica». Ci pensa «AreaDem» ad organizzare una tre giorni di formazione e discussione sull’agenda politica e anche a cercare di dare una nuova bussola ad un partito alle prese con un dibattito infinito dopo il 4 marzo. Questo pomeriggio alle 15,30 al centro convegni Sant’Agostino sarà Albano Ricci, segretario provinciale del Pd intervenire con il saluto:

«È una fase complessa che credo abbia bisogno di appuntamenti come questo in cui vengono messi al centro i temi più significativi per il futuro del nostro paese – dichiara Ricci – da cortonese sono particolarmente felice di vedere arrivare in questo luogo alcuni dei principali leader politici nazionali e soprattutto molti rappresentanti della società civile, semplici militanti e amministratori locali, tutti insieme per ascoltare studiosi e docenti e comprendere dove sta andando il nostro Paese e quali sono le soluzioni da proporre».

DI FATTO Cortona si pone come una delle tappe dei «pensatoi democratici», dalle Festa dell’Unità di Firenze, alla reunion convocata da, governatore laziale nonché candidato alla segreteria nazionale del Pd Nicola Zingaretti, fino alla Leopolda di Matteo Renzi. Questo pomeriggio l’intervento di apertura sarà della responsabile organizzativa della manifestazione, l’ex vice presidente della Camera Marina Sereni. Sarà un pomeriggio dedicato alla lettura della contemporaneità con Mauro Magatti, docente di sociologia ed economista in alcuni atenei nazionali.

A seguire sarà il turno del direttore di Famiglia Cristiana don Antonio Rizzolo, il dibattito proseguirà anche in serata. Piero Fassino sarà il primo fra dei big democratici a intervenire domattina sul tema «Partito, innovazione e comunicazione» a cui farà seguito il professor Roberto D’Alimonte. Seguirà la tavola rotonda coordinata dall’ex presidente Istat Enrico Giovannini «Sviluppo sostenibile, lotta alle disuguaglianze, lavoro che cambia».

Nel pomeriggio di domani è atteso a Cortona il direttore del museo egizio di Torino Christian Greco che prenderà parte alla tavola rotonda su «Cultura e conoscenza». Fra gli esponenti politici attesi ci sono Paolo Gentiloni, Ermete Realacci e Nicola Zingaretti, mentre nella giornata di domenica arriverà il deputato di collegio ed ex ministro Pier Carlo Padoan, oltre a Dario Franceschini per la conclusione dell’evento.