Arezzo, 30 agosto 2018 - Ancora una soddisfazione per lo scrittore e storico cavrigliese Filippo Boni, autore del libro “Gli Eroi di via Fani”, uno splendido volume che racconta la storia degli agenti di Aldo Moro, trucidati dalle Br nel marzo del 1978. Boni è stato insignito del prestigioso Premio nazionale Franco Enriquez – Città di Sirolo 2018 per una comunicazione e un’arte di impegno sociale e civile. Si tratta di un riconoscimento nazionale che viene assegnato a chi tra registi, attori, cantanti, ballerini, musicisti, giornalisti, scrittori, artisti e personaggi della comunicazione si sono particolarmente distinti. Questa sera, tra gli altri premiati, vi saranno anche il maestro musicale Giovanni Nuti, il cantautore Edoardo De Angelis e poi ancora Filippo Crivelli, Ennio Fantastichini, Luca Lazzareschi e Jacopo Gassman. Boni, saggista che ha scritto opere di storia contemporanea inerenti in particolare stragi naziste, resistenza e seconda guerra mondiale, con l’opera “Gli eroi di Via Fani” edita da Longanesi, si è quindi aggiudicato il terzo riconoscimento nazionale nell’arco di pochi mesi.

Dopo il “Pegaso D’Argento della Regione Toscana” conferitogli dal Presidente del Consiglio toscano Eugenio Giani lo scorso aprile, l’autore valdarnese si è aggiudicato nel mese di maggio anche il Premio Nazionale “Santa Barbara nel mondo” per la cultura a Rieti. Questa la motivazione del premio emessa dalla prestigiosa giuria del Premio, coordinata dal Maestro Paolo Larici, Presidente del Centro Studi Drammaturgici Internazionali dedicato al grande regista Franco Enriquez, e composta da critici e scrittori del panorama nazionale e internazionale, che ha deciso di premiare lo scrittore toscano: “Un meritato riconoscimento allo storico e saggista Filippo Boni, per aver posto, attraverso il volume “Gli eroi di Via Fani” editore Longanesi, l’attenzione sul sacrificio degli uomini che facevano parte della scorta di Aldo Moro, nella oramai famosa “Strage di Via Fani”. L’autore non si sofferma sul fatto di cronaca e sul suo significato politico ma ci racconta le storie di questi uomini, chi erano, il significato delle loro scelte, il dolore che ha accompagnato in tutti questi anni le loro famiglie, e di quello che oggi la loro memoria consegna alle generazioni future”.

Nelle precedenti edizioni del Premio, che hanno visto in giuria la presenza di buona parte del teatro Italiano e di molti artisti amici di Franco Enriquez, sono stati premiati artisti come Massimo Ghini, Gianfranco De Bosio, Ferruccio Soleri, Umberto Orsini, Emanuele Luzzati, Pierluigi Pizzi, Elisabetta Pozzi, Paolo Graziosi, Ascanio Celestini, Maddalena Crippa, Maurizio Scaparro, Massimo Bubola, Gigi Cifarelli, Franco Cerri, Maria Paiato, Mariano Rigillo, Gabriele Lavia. La cerimonia di consegna dei premi si terrà  alle 21 al teatro comunale Cortesi di Sirolo, sulla Riviera del Conero.