Arezzo, 12 settembre 2018 - Sarà la presenza dello scrittore Giampiero Mughini, noto personaggio televisivo, il “piatto forte” del programma di incontri messo a punto in questa fine estate dall’associazione Guido Vestri di Montevarchi. Una serie di iniziative dal titolo “Autunno della Repubblica: capire il presente è questione di storia”. Si parte con un doppio appuntamento il prossimo fine settimana. Il primo sul Sessantotto, il secondo sul Caso Moro. “ Crediamo nella necessità di parlare e riflettere sulla nostra storia recente per capire meglio il nostro presente – ha detto il presidente della Vestri Vincenzo Caciulli – . Non è vero che l’Italia è un paese senza memoria. E’ vero invece che ha una memoria divisa con tante diverse verità e occorre dibattere per provare a superare quelle divisioni che avvelenano i pozzi del dibattito pubblico”. La storia dell’Italia repubblicana è messa sotto la lente attraverso quei momenti che ne hanno costituiti gli snodi fondamentali del percorso. “Abbiamo parlato di Autunno della Repubblica – ha continuato Caciulli – perché siamo convinti che a partire dalla fine degli anni sessanta del Novecento si palesino quelle trasformazioni che modificheranno sostanzialmente il quadro post bellico e apriranno una crisi che ancora oggi non ha trovato soluzioni.”

Il primo incontro è in programma venerdì 14 settembre, alle ore 17.30, nello Spazio Politeama di Via Trento a Montevarchi e vedrà la presenza di Giampiero Mughini che presenterà il suo libro “Era di Maggio. Cronache di uno psicodramma”, dedicato al Maggio 1968. A dialogare con Mughini sul volume e più in generale sul lungo Sessantotto italiano ci sarà Stefano Fabbri, giornalista, già direttore di Ansa Toscana. Il secondo incontro – Sabato 15 settembre, alle ore 17,30, nei locali del Centro Pastorale G. Guerra di Via dei Mille – è dedicato all’Affaire Moro. Giuseppe Fioroni presenterà il volume “Moro, il caso non è chiuso. La verità non detta”. Libro che si basa sui documenti dell’ultima Commissione Parlamentare d’inchiesta che Fioroni ha presieduto. Sarà Bobo Craxi a dialogare con Fioroni su una delle pagine ancora oscura della vita italiana. Coordinerà l’incontro Filippo Boni a sua volta autore di un volume dedicato agli uomini della scorta del Presidente DC morti nell’agguato del ’78 dal titolo “Gli Eroi di via Fani”. Ad ottobre sono in programma nuovi appuntamenti.