Presentazione Festival Cortona On The Move

Cortona, 4 luglio 2018 - Tra meno di 10 giorni si alzerà il sipario sulla ottava edizione del festival internazionale di fotografia Cortona On the Move. In città c’è già un gran fermento. Sono arrivati i giovani volontari, oltre una 30ina, provenienti da tutto il mondo che per 20 giorni, fino al termine della maratona di inaugurazione in programma dal 12 al 15 luglio, stanno lavorando con dedizione a fianco degli organizzatori per l’allestimento delle mostre di quest’anno. “Sono loro la vera magia del festival”, ricorda senza giri di parole Antonio Carloni direttore esecutivo di Cortona On the Move nel corso della presentazione alla stampa della nuova edizione della manifestazione a cui hanno preso parte anche il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri, la direttrice artistica Arianna Rinaldo, l’architetto Emanuele Svetti e il presidente della Bpc Giulio Burbi da sempre a fianco del festival.

Il 2018 segna, tra l’altro un record. Sono ben 24 le esposizioni in programma in città il numero più alto dalla nascita del festival ad oggi. Orfani degli spazi dell’ex ospedale cittadino il team di On The Move ha tirato fuori dal cilindro nuovi e spettacolari spazi espositivi sempre nel cuore del centro storico. Primo tra tutti Palazzo Capannelli in via Roma dove saranno allestite 8 mostre e poi l’orto delle carceri, spazio in esterna accanto al Maec che da anni è chiuso al pubblico. E ancora mostre all’aria aperta in via Nazionale fino ad arrivare, sempre nella passeggiata principale della città, al civico 70 all’interno dello storico palazzo Venuti dove sarà allestita una delle assolute novità del festival. Si tratta della nuova sezione dedicata video sperimentali, installazioni e opere transmediali, realizzate da fotografi che lavorano tra fotografia, film e tecnologia. Un progetto che fa entrare il progetto On The Move in Arena- Video and Beyond di cui è sponsor Canon Cinema Eos. In questo caso la direzione artistica è affidata a Screen di Liza Faktor e Amber Terranova con la collaborazione dell’architetto Emanuele Svetti.

“Grazie a Cortona On the Move abbiamo in questi anni parlato di tantissimi temi di attualità attraverso quello che è il linguaggio universale per eccellenza le immagini”, sottolinea il sindaco Basanieri. “Grazie a questo festival Cortona torna ad essere un luogo di pensiero, dove si tenta di comprendere cosa succede nel mondo”.

Un festival che guarda ai temi contemporanei con uno sguardo soprattutto al femminile, visto che più della metà delle mostre sono realizzate da professioniste donne. “Una scelta calibrata per dare spazio alle donne documentariste”, sottolinea la direttrice Rinaldo. “Una scelta che risponde a ciò che sta succedendo là fuori da un anno a questa parte. Ci saranno fotogiornaliste, artiste, documentariste che offrono storie del nostro mondo, storie intime o globali che devono essere raccontate”.

Tra le altre novità c’è anche l’idea di proporre una mostra fotografica in esterna a Camucia (che sarà aperta dal 10 luglio) di cui sono protagonisti oltre 80 atleti delle associazioni sportive del territorio.

Giulio Burbi presidente della Banca Popolare di Cortona ha ricordato come “il festival sia importante per mandare avanti la cultura e l’economia della città. Noi cortonesi godiamo di un interesse notevole da tutto il mondo e come banca ci interessa l’interesse economico e culturale del nostro territorio. Cortona On The Move fa molto bene la sua parte perché attira molta gente e fa parlare di sé a livello internazionale. La banca sostiene le iniziative del territorio che aiutano il territorio, è il suo scopo e la sua missione”.