video
video

Arezzo, 3 settembre 2015 - Tre minuti e 44 secondi per raccontare la Giostra del Saracino, dal lavoro dei maestri intagliatori che producono le lance per la contesa all’invito a partecipare all’evento di Piazza Grande. Il video, dal titolo #vivilagiostra, è stato realizzato da Exprimodesign in collaborazione con il Comune di Arezzo e l’Istituzione GiostraLo ha presentato il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini: “la Giostra è uno strumento di promozione e adesso siamo in presenza di un'azienda lungimirante che lo ha capito. Ben vengano iniziative di questo genere che sono un vero e proprio dono alla città. Adesso ne verrà ottenuta una versione in inglese”. 

“In cinque, sei giorni, dalla sua pubblicazione, il video è stato visualizzato da circa 45.000 persone, con forte impatto sui social network – ha spiegato Michele Russo di Exprimodesign – è assolutamente open, utilizzabile anche negli schermi televisivi”. Tocco “esotico” poi per la Giostra di settembre, con l’arrivo di 17 giapponesi a seguire la rievocazione medievale. Un importante tour operator veneziano come Selene international, che lavora con il paese del sol levante, ha contattato l’Ufficio Giostra del Comune di Arezzo a novembre dello scorso anno per comprendere Arezzo e la Giostra nell’ambito di un viaggio in Toscana che i turisti nipponici stanno effettuando. È stato l'assessore Marcello Comanducci a ricordarlo: “nella loro brochure, sopra la fotografia c’è scritto, letteralmente, ‘la gara del lancio della lancia con i cavalli dei saraceni’ e ‘la gara del saracino che richiama l’autunno’. Al di là di queste definizioni, un po’ libere, caratteristiche di una scrittura ideogrammatica e che dunque si esprime per concetti più che per parole, ci fa piacere che da un paese così lontano si sia manifestato un interesse specifico per la città e la sua rievocazione. La descrizione di Arezzo, sempre nella brochere, è molto puntuale, si dice che è divisa in quattro quartieri, con due cavalieri ciascuno, si parla di sbandieratori e di fascino dell’epoca medievale. Caratteristiche che denotano, appunto, la giusta attenzione che ci è stata rivolta”.

E venerdì 4 settembre, con in palio per il quartiere vincente la porchetta offerta dall’associazione macellai della provincia, si corre la provaccia in memoria di Paolo Bucciarelli Ducci, figura di spicco del mondo della Giostra e della città recentemente scomparso. Maestro e vice-maestro di campo, ha sempre dimostrato in Piazza Grande i valori di giustizia, neutralità e rettitudine. Valori che lo hanno contraddistinto anche nella sua vita e nella sua attività professionale di notaio e di politico. 

Il video è visibile al link: http://www.giostradelsaracinoarezzo.it/