Un momento dell’inaugurazione di via Roma dopo i lavori di ristrutturazione
Un momento dell’inaugurazione di via Roma dopo i lavori di ristrutturazione
di Maria Rosa Di Termine Via Roma a Montevarchi ormai è pronta, fruibile come prima dell’operazione restyling eseguita nel rispetto dei tempi, ma dopo una fase di interregno con il ritorno alla chiusura dalle 13 del primo pomeriggio alle 6 del mattino successivo ora si cambia ancora. Da oggi, infatti, nei tabelloni dei varchi elettronici sarà indicato di nuovo l’orario di apertura fino alle 18 consentito per percorrerla in auto, mentre resta invariato il limite di posteggiare per 60 minuti sul lato sinistro della strada esponendo...

di Maria Rosa Di Termine

Via Roma a Montevarchi ormai è pronta, fruibile come prima dell’operazione restyling eseguita nel rispetto dei tempi, ma dopo una fase di interregno con il ritorno alla chiusura dalle 13 del primo pomeriggio alle 6 del mattino successivo ora si cambia ancora. Da oggi, infatti, nei tabelloni dei varchi elettronici sarà indicato di nuovo l’orario di apertura fino alle 18 consentito per percorrerla in auto, mentre resta invariato il limite di posteggiare per 60 minuti sul lato sinistro della strada esponendo il disco orario. La decisione è contenuta in una delibera di indirizzo della Giunta che motiva il provvedimento con il perdurare delle difficoltà economiche legate alla pandemia da Covid-19. Nel corso principale della città, da sempre il punto di riferimento per lo shopping, è presente un numero consistente di attività e negozi che, pur avendo tenuto botta durante i lunghi mesi segnati dalle ripetute ondate del virus e convissuto con i cantieri del restauro della pavimentazione, hanno ancora bisogno di sostegno.

Gli amministratori ricordano inoltre nel documento che il Consiglio dei Ministri ha prolungato lo stato di emergenza sanitaria sino al 31 dicembre prossimo e che le associazioni di categoria dei commercianti hanno richiesto di allungare nuovamente l’orario per consentire a un maggior numero di persone di raggiungere il cuore della "mandorla" medievale e incentivare la ripresa di un settore fortemente provato dalla contrazione dei consumi e dalle chiusure reiterate. Una sollecitazione, quella dei rappresentanti degli esercenti, che è stata valutata e recepita con il ripristino dello statu quo precedente l’inaugurazione della seconda tranche del remake. Transito e parcheggio permessi, quindi, dalle 6 alle 18 di tutti i giorni ad eccezione del sabato e dei festivi in cui lo stop alla circolazione scatterà alle 13. La scelta non mancherà di suscitare dibattito tra chi la condivide in pieno e i fautori di una limitazione del passaggio di automobili e furgoni, motivata da una maggiore vivibilità del centro cittadino libero dai veicoli e anche dall’ingente investimento appena sborsato da Palazzo Varchi per riportare all’antico splendore la carreggiata.

Ben 650 mila euro, una parte dei quali reperiti dall’alienazione dei Giardini Spinelli nell’area Nord dell’abitato, investiti nei due lotti. Uomini e mezzi avevano iniziato ad operare il 24 giugno dello scorso anno per sistemare l’ultima pietra nella primavera passata. Quanto al cronoprogramma era stato concordato con i vertici delle categorie economiche per limitare al massimo i disagi e adesso guardano con fiducia al ripristino di una misura ritenuta un contributo alla ripartenza.