Arezzo, 11 settembre 2018 - “Nel corso dell’estate avevamo visitato i cantieri in alcune scuole, preannunciando come non fossero gli unici: ricordo la riqualificazione del resede della scuola elementare Leonardo Bruni, conl’ampliamento dell’area verde, il ripristinato dei manti di asfalto e della pavimentazione dei vialetti pedonali e una particolare attenzione riservata al deflusso delle acque piovane e il risanamento strutturale della scuola elementare Masaccio con i solai completamente rifatti. Ricapitoliamo adesso gli ulteriori lavori: i risanamenti strutturali effettuati alla palestra della Cesalpino, alla materna di Tregozzano e quelli programmati alla materna Modesta Rossi, la sistemazione dei servizi igienici della scuola elementare di Staggiano con la demolizione di rivestimenti e pavimenti, la rimozione degli apparecchi igienico-termo-sanitari e delle finestre in metallo, la sostituzione di tutti questi elementi con impianti, porte e finestre nuove, insieme a un nuovo impianto elettrico comprensivo di illuminazione d’emergenza e la tinteggiatura delle pareti di tutti i locali dell’edificio, i nuovi infissi e le nuove facciate esterne alle elementari di Pescaiola, la ristrutturazione dei bagni esistenti alle scuole di Olmo e Staggiano, la cucina nuova alla scuola di San Leo. Alla vigilia dell’anno scolastico, che per i più piccoli è peraltro cominciato, facciamo il punto prendendo a modello un’altra scuola comunale, quella dell’Orciolaia, che diventa così la cartina di tornasole di ciò che l’amministrazione sta investendo per la sicurezza dei bambini e del personale scolastico e il decoro dei plessi che li ospitano grazie a una puntuale pianificazione che cerchiamo di attuare nel periodo estivo di ogni anno”.

Così il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini su quanto realizzato in vari complessi, a cui si aggiunge, come accennato, quello di via dell’Orciolaia, composto da una scuola per l’infanzia e un nido. Qui le opere sono consistite nella realizzazione di un nuovo servizio igienico e nella manutenzione straordinaria di quelli esistenti. I nuovi locali, necessari per adeguare la struttura alla normativa in tema di igiene e sicurezza sul lavoro, sono a servizio esclusivo della cucina e si compongono di bagno, antibagno e spogliatoio. Per quanto riguarda il rifacimento dei bagni esistenti, sono stati rinnovati i pavimenti e i rivestimenti, sostituiti gli scarichi e le tubazioni, cambiati i sanitari, tinteggiati gli ambienti.

“E non è finita qui – conclude il vicesindaco – il primo giorno di scuola presenteremo altri importanti lavori eseguiti questa volta nella scuola di una frazione. A dimostrazione che il nostro impegno, come evidenzia l’elenco citato, è a 360 gradi, diffuso sull’intero territorio”.