E anche gli scrittori uscirono a riveder le stelle. Riprende la sua attività culturale l’associazione degli scrittori aretini Tagete stasera alle 21 a Villa Severi "Scrittori sotto le stelle" con il Centro aggregazione sociale di Villa Severi e la scuola di musica Dima. Verranno presentati due libri primi classificati al Premio Tagete 2019, "Un...

E anche gli scrittori uscirono a riveder le stelle. Riprende la sua attività culturale l’associazione degli scrittori aretini Tagete stasera alle 21 a Villa Severi "Scrittori sotto le stelle" con il Centro aggregazione sociale di Villa Severi e la scuola di musica Dima. Verranno presentati due libri primi classificati al Premio Tagete 2019, "Un nonno di otto anni" di Mauro Valenti, vincitore sezione narrativa, e "Frontiera due", sezione Etruria, di Giulio Piero Baricci. Mauro Valenti, architetto, appassionato e curioso viaggiatore, racconta questa storia di inizi del Novecento, quando tutto sta cambiando e in Italia convivono realtà opposte, quando gran parte della popolazione italiana vive in povertà diffusa e molti decidono di andare a cercare un futuro oltre Oceano. Il suo protagonista ha otto anni ed è costretto a emigrare, da solo, la sua famiglia lo affida, per soldi, ad un "caporale" reclutatore di minori. Destinazione Argentina. Questo libro è la storia, vera, di quel bambino che fu costretto ad affrontare la sua vita, a sopravvivere contro tutto e tutti, allo stesso tempo è la storia di tanti bambini di quegli anni subirono la stessa sorte. Anche il libro di Baricci racconta il Novecento, ma di casa nostra, della Valdichiana con le sue storie, i suoi personaggi, tutte già raccontate, così finge l’autore, in 14 quaderni ritrovati tra le rovine di Frontiera due, una leopoldina crollata a fine Novecento. Un romanzo storico tra la vita nella palude, le colmate, le sanguisughe, la mezzadria, il baco da seta e la sua gente. Interverranno Patrizia Fazzi, presidente Tagete, e Franca Canapini, vicepresidente. Brani dei due libri verranno letti con l’accompagnamento dei chitarristi Serena Meloni e Gilberto Russo (foto).

S.B.