Residenze artistiche alla Misericordia col teatro di figura

Il Teatrodelleapparizioni porta al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro uno spettacolo di teatro di figura e teatro ragazzi, Alice!, che unisce bellezza e infanzia. Lo spettatore diventa partecipe e la storia di Alice nel paese delle meraviglie è ripercorsa da personaggi e situazioni.

Sono ripartite le residenze artistiche al teatro alla Misericordia di Sansepolcro. Dopo le prime tre dedicate alla danza, da oggi 14 al 24 ottobre spazio al teatro di figura e al teatro ragazzi con il Teatrodelleapparizioni in Alice! È la costruzione di un tempo e di uno spazio per fermarsi a guardare la bellezza nascosta nelle cose che muove la ricerca del Teatrodelleapparizioni, in cui l’infanzia è fonte. La compagnia viene fondata nel 1999 da Fabrizio Pallara, che si occupa anche degli allestimenti degli eventi e delle scenografie degli spettacoli, in collaborazione con l’architetto Sara Ferazzoli. Nei primi anni concentra le sue sperimentazioni attorno al teatro sensoriale, lo spettatore diviene così elemento partecipante e fondante dello spettacolo stesso. Poi l’incontro con il teatro per l’infanzia e la produzione de La stanza dei segreti che hanno costituito l’inizio di un rapporto fertile con il mondo della scuola e con i bambini e i ragazzi, diventati ad un tempo destinatari e fonte poetica delle produzioni. In Alice!, in prova aperta domenica 22 ottobre, alle ore 17, ci sono una baracca sovrastata da un orologio, una famiglia di conigli bianchi e molta fretta. "È tardi!" ripete il papà mentre accompagna Alice a scuola. Ma lei si sofferma lungo la strada dove incontra una serie di personaggi, ripercorrendo la storia di Alice nel paese delle meraviglie.