Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
25 mar 2022

Regionale 71 in sicurezza Il sindaco: vicini al comitato

Filippo Vagnoli ha incontrato il presidente dell’organismo Faralli Confermato l’appoggio alle azioni nei confronti di Regione: ecco le priorità

25 mar 2022
bibbiena
Cronaca
Il sindaco Filippo Vagnoli e il presidente del comitato Giancarlo Faralli
Il sindaco Filippo Vagnoli e il presidente del comitato Giancarlo Faralli
Il sindaco Filippo Vagnoli e il presidente del comitato Giancarlo Faralli
Il sindaco Filippo Vagnoli e il presidente del comitato Giancarlo Faralli
Il sindaco Filippo Vagnoli e il presidente del comitato Giancarlo Faralli
Il sindaco Filippo Vagnoli e il presidente del comitato Giancarlo Faralli

di Sara Trapani

Strada regionale 71, il sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli sostiene il comitato spontaneo di cittadini che si è costituito qualche mese fa. Il primo cittadino ha infatti incontrato Giancarlo Faralli, il presidente del comitato "Sr 71 + sicura" che ha come obbiettivo quello di evidenziare agli Enti preposti la mancanza di sicurezza per chi si trova a percorrere la principale arteria che attraversa il Casentino e la Valdichiana e insieme per fare appelli affinché si possano mettere in atto azioni volte al miglioramento delle condizioni della statale stessa. Un incontro proficuo nel quale Vagnoli ha dato il suo appoggio a quanto stanno facendo questi cittadini sul fronte delle azioni di sensibilizzazione ma anche di pressione propositiva nei confronti della Regione Toscana affinché questo tratto di strada, possa essere messo in maggiore sicurezza a favore di tutte quelle persone che lo utilizzano per lavoro ma non solo.

"La statale 71 necessita di interventi importanti e risolutivi – dice il sindaco – bene la variante di Pollino, bene le varianti di Santa Mama e quella che seguirà di Calbenzano, ma non possono bastare. Per questo, insieme al comitato guidato da Faralli, richiediamo con forza alla Regione di mettere mano prima possibile alla bretella che da Giovi porta al casello autostradale". La Regionale Umbro Casentinese Romagnola, è un’arteria di collegamento importantissima per il centro Italia in quanto collega Montefiascone, in provincia di Viterbo, con Ravenna superando l’appennino tosco-romagnolo attraverso il passo dei Mandrioli. Rappresenta un’infrastruttura centrale per il territorio aretino e raccoglie la maggior parte del traffico da e verso Arezzo ma è anche una delle strade più pericolose della provincia, sulla quale si verificano frequenti incidenti, spesso mortali. Per questo alcuni cittadini hanno deciso di far vita ad un comitato per la sicurezza della strada a cui le persone possono anche inviare foto o informazioni relative alle diverse criticità riscontrate sulla statale, attraverso il numero 3388824678.

"L’iniziativa del comitato è encomiabile e soprattutto utile anche a noi amministratori – conclude il primo cittadino del comune casentinese – credo che a coloro che abitano in montagna o in zone più decentrate, sia arrivato il momento di dare delle risposte concrete anche sul fronte viario. Non possiamo più continuare a fare piccoli aggiustamenti senza considerare il fatto, ormai inequivocabile, che la viabilità costituisce un elemento di sviluppo strategico di un territorio".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?