Matteo Steri
Matteo Steri

Arezzo, 9 febbraio 2020 - Un terribile incidente stradale ha spezzato i sogni e la vita di un ragazzo di 30anni, Matteo Steri, di Tasso, piccola frazione di Terranuova Bracciolini. Con la sua moto si è schiantato contro il guard rail, nel centro abitato di Radda in Chianti, e per lui non c’è stato niente da fare. La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di ieri a La Croce, all’inizio del paese.

Erano le 17 di un pomeriggio freddo, e Matteo stava percorrendo con la sua moto di grossa cilindrata la strada che da Castellina in Chianti porta a Radda. A un certo punto, per cause da chiarire, nell’affrontare una curva, ha perso improvvisamente il controllo della moto, centrando in pieno il guard rail. Un impatto tremendo che non ha lasciato scampo al 30enne. I soccorsi sono stati immediati.

Sono arrivati il 118 con l’automedica, i carabinieri della stazione di Radda, e anche Pegaso. Ma la vita di Matteo era già volata via per le gravissime ferite riportate. Matteo faceva il meccanico, amava gli animali e la musica. Aveva studiato all’istituto professionale Gugliemo Marconi di San Giovanni Valdarno, e poi aveva trovato lavoro in una officina.

Non era sposato, Matteo, che però aveva molto amici con cui divideva da sempre la passione per le moto e la musica. Un debole per Vasco e le canzoni di Masini, come racconta il suo profilo facebook, ieri Matteo si era regalato una gita in moto sulle strade del Chianti. Il destino, purtroppo, aveva già «deciso» tutto. Ed era una decisione terribile.

Come sia stato possibile che Matteo abbia perso il controllo della sua moto, al momento resta un mistero. La dinamica è al vaglio dei carabinieri, che stanno cercando di fare completa luce sull’ennesimo incidente mortale che ha distrutto una giovane vita e una famiglia, gettando nel dolore anche gli amici di Matteo.

Nella stessa giornata di ieri si sono registrati anche quattro incidenti sulle strade della Valdelsa. Tutti incidenti che confermano l’estrema pericolosità di alcune strade, ma che sono poca cosa di fronte a quanto accaduto qualche ora prima a Radda in Chianti, in quella maledetta curva all’ingresso del paese dove ha trovato la morte il trentenne meccanico di Terranuova Bracciolini.

Tra le sue canzoni preferite, c’era Rewind, di Vasco Rossi. Sul registratore e nei video, basta premere il tasto per tornare indietro. Nella vita non si può. Si potesse tornare indietro Matteo sarebbe ancora con i suoi cari e le persone che gli volevano bene.