Carabinieri (Foto di repertorio)
Carabinieri (Foto di repertorio)

San Giovanni Valdarno (Arezzo), 25 ottobre 2020 - Teneva  il fucile nascosto dentro la lavastoviglie, lo hanno trovato i carabinieri arrivati nella sua abitazione a seguito di una accesa lite con la compagna.

Un italiano 50enne è stato arrestato dai carabinieri intervenuti per una lite familiare in un'abitazione a San Giovanni Valdarno. Da quanto spiegato l'uomo avrebbe picchiato la convivente.

Nel corso poi di una perquisizione nella casa, i militari hanno rinvenuto, dentro una lavastoviglie, un fucile da caccia a canne mozze, oltre a 9 proiettili del medesimo calibro, arma risultata poi rubata anni fa a Bucine.

All'uomo, originario di Palermo e da tempo residente in Valdarno, già noto alle forze dell'ordine, sono stati contestati i reati di detenzione illegale di arma comune da sparo, alterazione di armi (al fucile erano stati segati il calciolo e la canna, evidentemente al fine di renderlo più facilmente occultabile e maneggiabile), ricettazione e maltrattamenti contro familiari e conviventi.