Incontinenza urinaria. Gruccia all’avanguardia

Con l’utilizzo di impianti i medici sono riusciti a curare due persone con disfunzioni.

Incontinenza urinaria. Gruccia all’avanguardia

Incontinenza urinaria. Gruccia all’avanguardia

Si conferma un fiore all’occhiello della sanità del Valdarno l’Unità Operativa Semplice Dipartimentale di Urologia dell’ospedale di Santa Maria alla Gruccia. Il team diretto dal dottor Stefano Rosadi consolida la sua fama di struttura di eccellenza nel campo dei trattamenti all’avanguardia per combattere l’incontinenza urinaria, una condizione che impatta negativamente sulla vita sociale e relazionale dei pazienti. Grazie all’utilizzo di impianti definitivi di neuromodulatore sacrale, infatti, i medici del reparto sono riusciti a curare due persone con disfunzioni al basso apparato urinario e, visti i risultati positivi, a breve altre tre saranno sottoposte allo stessa cura. Come viene spiegato dalla Asl Toscana Sud Est la neuromodulazione sacrale "è una tecnica mininvasiva indicata nel trattamento della vescica caratterizzata da un’aumentata frequenza minzionale, da incontinenza e da ritenzione urinaria non ostruttiva". E’ utilizzata in quei casi in cui non riescono a risolvere il problema farmaci i e la riabilitazione e costituisce una valida alternativa a procedure chirurgiche più invasive. Per spiegare a medici e infermieri l’innovativa metodica il 10 giugno scorso si è svolta una giornata di "Training Day" con i dottori Stefano Rosadi e Marilena Gubbiotti nelle vesti di responsabili scientifici. Gli interventi eseguiti nel reparto del presidio ospedaliero valdarnese sono definiti "iper – specialistici" e si affiancano agli altri trattamenti nell’ambito dell’Urologia funzionale e della Neuro-Urologia come le infiltrazioni vescicali di tossina botulinica e la stimolazione del nervo tibiale, una novità introdotta negli ultimi giorni. Possibilità diverse per offrire a chi soffre di queste patologie tutte le alternative terapeutiche di III livello indicate dalle Linee Guida urologiche europee.