Impianto Aisa, ecco il piano del prefetto. Le misure di emergenza in caso d’incidenti

Il Prefetto di Arezzo ha approvato il primo Piano di emergenza esterna per un impianto di stoccaggio e gestione rifiuti. Il documento è frutto di un tavolo interistituzionale e del contributo del gestore dell'impianto. Un passo importante per diffondere la consapevolezza dei rischi e rafforzare la cultura della tutela della salute.

Il Prefetto di Arezzo ha approvato il Piano di emergenza esterna e per la relativa informazione della popolazione per lo stabilimento Aisa Impianti Spa, che si trova nella zona industriale di San Zeno nel Comune di Arezzo. Si tratta del primo degli impianti di stoccaggio e gestione rifiuti per i quali è stata redatta una pianificazione di emergenza specifica. Nei prossimi mesi, si procederà progressivamente all’approvazione delle ulteriori, analoghe pianificazioni relative agli impianti di rifiuti situati ad Arezzo e negli altri Comuni della provincia. Il documento è frutto di un tavolo di lavoro interistituzionale coordinato dalla Prefettura e composto da rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale, del Comune di Arezzo, del Comando Vigili del fuoco di Arezzo, delle Forze dell’ordine, del Dipartimento Arpat di Arezzo e della Usl Toscana Sudest.

Alla redazione del Piano in argomento, oltre a tutti gli attori istituzionali, ha partecipato attivamente anche il gestore dell’impianto. "L’approvazione di questa pianificazione – ha sottolineato il Prefetto – è un passo importante, perché contribuisce a diffondere la consapevolezza dei fattori di rischio legati a questa tipologia di stabilimenti e a rafforzare una cultura della tutela della salute. Abbiamo scelto di approvarla nella Settimana nazionale della protezione civile".