Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Giovanni Truppi e i Fast Animals nell’estate aretina

Ancora anticipazioni mentre è iniziata la prevendita . Il cantautore in Fortezza il 29 luglio, i Fask il 24 giugno

silvia bardi
Cronaca

di Silvia Bardi

Ancora due nomi per l’estate aretina in Fortezza. Sono quelli del cantautore Giovanni Truppi in concerto il 29 luglio e la band umbra dei Fast animals and the slow kids, per in fan semplicemente Fask, nella serata del 24 giugno. Con prevendite già in corso su www.discoverarezzo.com e www.ticketone.com come per i precedenti super ospiti finora annunciati Giorgio Panariello il 23 luglio con lo spettacolo "La favola mia", il cantautore Samuele Bersani il 30 luglio con "Cinema Samuele Tour" vincitore del Premio Tenco come miglior album, e Iosonouncane il 5 agosto. Un festival organizzato dalla Fondazione Guido d’Arezzo e il Comune di Arezzo con la collaborazione del Mengo Fest, il Teatro Verdi di Montecatini e grazie al contributo di Cassa di risparmio di Firenze.

Giovanni Truppi, simbolo del cantautorato italiano, lo abbiamo visto l’ultima volta al Festival di Sanremo con la canzone "Tuo padre, mia madre, Lucia" e si presenta in tour in questa tappa aretina con il nuovo album "Tutto l’universo. Cinque dischi in poco più di dieci anni propone una scrittura musicale che attinge da jazz, blues, rock, punk e la canzone d’autore, linguaggi uniti da un musicista, interprete e performer che si muove benissimo tra pianoforte e chitarra e su testi che raccontano infiniti universi, sentimenti, storie personali, politica, amore, Dio e sesso. Napoletano di origine che in qualche modo è passato per Arezzo avendo pubblicato con l’aretina Woodworm il terzo album "Giovanni Truppi" del 2015 e avendo pubblicato l’ex "5" firmato a più mani con artisti come La Rappresentante di Lista, è anche scrittore nel 2021 per la Nave di Teseo pubblica il suo primo libro "L’avventura". Poi ecco "Tutto l’universo", un ritratto in quindici canzoni.

E il 24 giugno i Fask con il nuovo disco, il sesto album "E’ già domani", dodici tracce in cui indagano il senso del tempo: "Mi hai chiesto di rispondere, di andare avanti, di affrontare le frontiere della vita, se conta ogni secondo adesso conto fino a te, ho le vertigini ma la paura è di tuffarsi e non volare".

.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?