Chiara Ferragni con Fedez e il piccolo Leone mostra l’ecografia della figlia in arrivo
Chiara Ferragni con Fedez e il piccolo Leone mostra l’ecografia della figlia in arrivo
di Federico D’Ascoli Già il test di gravidanza, con conseguenti lacrime di gioia, era stato un evento social da milioni di visualizzazioni. Così come l’annuncio ufficiale del sesso femminile, i baci al pancione di papà Fedez, il piccolo Leone che mostra l’ecografia della sorellina in arrivo e l’annuncio (fasullo) del nome Gennara per la nascitura. Se il mondo intero è una ribalta come diceva William Shakespeare, Chiara Ferragni è la migliore interprete del palcoscenico digitale. Ogni momento, pubblico...

di Federico D’Ascoli

Già il test di gravidanza, con conseguenti lacrime di gioia, era stato un evento social da milioni di visualizzazioni. Così come l’annuncio ufficiale del sesso femminile, i baci al pancione di papà Fedez, il piccolo Leone che mostra l’ecografia della sorellina in arrivo e l’annuncio (fasullo) del nome Gennara per la nascitura. Se il mondo intero è una ribalta come diceva William Shakespeare, Chiara Ferragni è la migliore interprete del palcoscenico digitale. Ogni momento, pubblico e privato, diventa un evento sui social di cui è l’incontrastata regina italiana.

E l’atteso arrivo a marzo della seconda figlia sarà probabilmente accompagnato da abitini made in Arezzo. Quelli realizzati da Monnalisa con la licenza del marchio Chiara Ferragni. L’accordo per cinque anni tra il colosso della moda bimbo e l’imprenditrice digitale è stato annunciato ieri: la prima collezione sarà quella autunno-inverno 2021-22 e sarà presentata fra qualche settimana.

"Non l’ho ancora conosciuta di persona – ammette Piero Iacomoni, patron dell’azienda aretina – ma dai contatti che abbiamo avuto ne ho ricavato una splendida impressione. Non è una semplice influencer ma una vera e propria imprenditrice, ho notato in lei grande preparazione e organizzazione. Abbiamo già avuto altre occasioni in passato ma è la prima volta che produciamo abiti in licenza perché siamo convinti della sua inarrivabile potenza mediatica, superiore a quella di una qualsiasi attrice, modella o cantante di successo. Qualsiasi prodotto con lei raggiunge immediatamente milioni di utenti in ogni angolo del mondo. L’occasione per la svolta digitale su cui l’azienda sta lavorando da tempo. I vestiti con il marchio Ferragni saranno infatti in vendita nei nostri 500 negozi in giro per il mondo e, naturalmente, online".

L’epopea web di Ferragni inizia nel 2009 quando decide di aprire un blog in cui scrive della sua passione più grande: la moda. Dopo il successo avuto con The Blonde Salad, nel 2013 ha deciso di investire la sua esperienza ideando il brand famoso in tutto il mondo, la Chiara Ferragni Collection. La Harvard Business School ha dedicato un case study alla sua scalata da 22 milioni di seguaci su Instagram: "L’accordo con Monnalisa è un ulteriore passo nello sviluppo a 360 gradi e globale del marchio che porta il mio nome – ha detto Chiara Ferragni in una nota – la realtà toscana è senza dubbio l’eccellenza mondiale del kidswear alto di gamma e ci permetterà di entrare in questo mercato dalla porta principale".

Insomma, auguri e figlie... femmine.