Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
24 mag 2022

Farina, pasta, olio: i prezzi spiccano il volo La spesa (+16%) paga dazio a guerra e bollette

L’ultimo dato certo è di fine aprile e accentua il trend del mese prima. Perfino il pane fresco (+11%) rompe gli argini. E risalgono i carburanti

24 mag 2022
alberto pierini
Cronaca

di Alberto Pierini Il pane è sempre più salato, come in Puglia, e il companatico pure. Il carrello della spesa diventa d’oro attraversando i mesi della grande crisi: e le massaie pagano dazio. All’escalation delle bollette prima, alla stangata sui carburanti dopo e poi alle conseguenze, dirette e indirette, della guerra. E’ la foto scattata di mese in mese dagli analisti del ministero per lo sviluppo economico, in sintesi Mise. Misurano la borsa della spesa, oltre ai prezzi di benzina, diesel e perfino degli ingrossi di frutta e verdura. Ieri hanno sfornato il quadro di fine aprile: segni particolari a due mesi esatti dall’inizio della guerra. E il trend che avevamo segnalato a marzo ne esce rafforzato. La sintesi la trovate nel grafico a fianco ma il quadro è omogeneo come una sinfonia. Infilando in un paniere i prodotti base misurati dal Mise, l’aumento da un mese all’altro è del 16%. Non ci sono in questa voce carburanti o gasolio da riscaldamento, che proprio ad aprile un po’ si erano "freddati": e quindi ci sta che nel bilancio familiare qualche ristoro trovi posto. Ma il quadro del carrello è disarmante. Un carrello nel quale abbiamo inserito tra le voci, per fare un quadro complessivo nell’ordine: acqua minerale, biscotti, burro, caffè, carne bovina, cereali, farina di frumento, insalata confezionata, latte parzialmente scremato a lunga conservazione, olio di semi, olio di oliva, pane a fette confezionato, pane fresco, parmigiano, pasta di semola di grano duro, petto di pollo, riso, tonno in scatola, passato di pomodoro e spinaci. Tra i prodotti di ampia consumazione ci sarebbero ad esempio le uova, che però comparivano ad aprile e non a marzo, e così il vino o lo zucchero. Ma la sintesi è semplice. In un trend compatto di aumenti l’unico ad uscire dal coro è l’acqua minerale, il ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?