I vertici di Banca Valdarno
I vertici di Banca Valdarno

Arezzo, 26 marzo 2020 - Donazioni continue in Valdarno in questa drammatica fase di emergenza.. La Polverini, importante azienda di Pergine Valdarno, ha deciso di donare un ventilatore polmonare elettrico per terapia intensiva agli ospedali italiani. L’iniziativa è nata dalla volontà dei titolari, Andrea e Daniele Polverini che, per sostenere il sistema sanitario nazionale, hanno acquistato il macchinario maggiormente richiesto per la cura di tutti quei pazienti affetti dal virus che per insufficienza respiratoria necessitano della terapia intensiva. Il ventilatore polmonare è fornito dalla Siare Engineering International Group di Bologna, azienda leader nella produzione di apparecchiature elettromedicali in tutto il panorama mondiale e arriverà tra pochi giorni in Toscana. L’apparecchio consente di visualizzare gli andamenti respiratori temporali e di misurare i parametri ventilatori di pazienti adulti, bambini e neonati.

“In questo momento di completa emergenza che ha costretto tutti a fermarsi, abbiamo pensato di offrire il nostro contributo alle strutture ospedaliere nazionali selezionando un macchinario letteralmente di vitale importanza all’interno di questa emergenza – spiegano i titolari della Polverini – Il ventilatore sarà messo a disposizione di chiunque ne avrà necessità perché la salute non conosce confini. Proprio per questo motivo, e nell’augurio che l’Italia possa al più presto sconfiggere questa epidemia, vogliamo rendere disponibile il respiratore a chiunque ne abbia bisogno sul territorio nazionale e, quando sarà finita l’emergenza, anche agli altri Paesi che ne facciano richiesta”. Polverini è una importante realtà della provincia di Arezzo, con cinque sedi nel Mondo (Dubai, Doha, Johannesburg, New York, Parigi) e quartier generale in Pergine Valdarno si occupa di progettazione, realizzazione e installazione di arredi per il retail, in ambito moda, lusso e hotellerie.

Anche Banca del Valdarno ha deciso di sostenere concretamente le strutture sanitarie nazionali e della vallata. “Per sconfiggere il nemico invisibile – ha dichiarato il Presidente Gianfranco Donato- che da molte settimane sta rivoluzionando le nostre vite e colpendo duramente il sistema economico-sociale del nostro Paese abbiamo deciso di mobilitarci a sostegno di chi in queste ore sta combattendo una battaglia di trincea contro un nemico insidioso e capace di diffondersi rapidamente. Come Consiglio di Amministrazione della Banca del Valdarno abbiamo deliberato di erogare due contributi a favore dell’Ospedale di Santa Maria alla Gruccia e delle Strutture Ospedaliere Nazionali impegnate nelle cure dei pazienti colpiti dal COVID-19″. 10.000,00 euro andranno all’Ospedale di Santa Maria alla Gruccia per supportare l’attività quotidiana dei medici e degli infermieri della struttura ospedaliera profondamente provata da queste settimane e impegnata a garantire il corretto funzionamento di tutti i reparti”.. 5.000,00 euro saranno invece versati nel conto corrente aperto dalla nostra Capogruppo presso Iccrea Banca (IBAN IT84W0800003200000800032006C a cui tutti possono contribuire) per il supporto delle Terapie intensive delle strutture ospedaliere nazionali.•