Covid, contagi in aumento. Oltre 300 in una settimana. Vaccinazioni per centomila

Arezzo è la provincia Asl col più alto tasso di crescita: 43 positivi al giorno. Da oggi in pista medici di base e pediatri. Possibile anche l’anti-influenzale.

Covid, contagi in aumento. Oltre 300  in una settimana. Vaccinazioni per centomila

Covid, contagi in aumento. Oltre 300 in una settimana. Vaccinazioni per centomila

Il Covid c’è e corre, insidioso, tra le case. Gli ultimi dati confermano che ad Arezzo l’impennata del virus per ora non conosce freni. I casi in una settimana sono saliti a 300 e viaggiano a una media di 43 al giorno. Un’altra crescita rispetto alla settimana precedente pari all’11,5%. Ormai da tre mesi il dato sui contagi è costantemente in aumento.

Un dato in linea con la tendenza nazionale? Non del tutto perchè, ad esempio, nell’ultima settimana nel territorio della Asl, Arezzo è stata l’unica provincia a registrare il segno "più" nei contagi. Siena ha praticamente pareggiato l’ultimo dato, con un caso in meno. E Grosseto ha fatto registrare una frenata del 6,7%.

Così Arezzo torna ad essere, come è stata per buona parte della pandemia, "l’anima nera" dell’area vasta sanitaria. E il trend rispetto alla metà di luglio, risulta moltiplicato diciassette volte: allora erano sedici i casi alla settimana, poco più di due al giorno, e ora sono già arrivati a quota trecento.

Senza considerare che il controllo dei tamponi si è molto diradato: sono in tanti, infatti, a chiudersi in casa per la malattia senza neanche pensare a verificare se si tratti di Covid oppure no. È vero che siamo di fronte a sintomi ben lontani da quelli già conosciuti e dalle complicazioni della stagione che ha attraversato questi anni, prima nel 2020 e poi nel 2021. Ma è altrettanto vero che i tempi di negativizzazione arrivano ancora oggi fino a dieci giorni, finendo per pesare non tanto o non solo sulle strutture sanitarie, quanto piusttosto sul lavoro delle persone e sulla dimensione sociale.

Un quadro che potrebbe rimettere le ali alla vaccinazione: proprio oggi torna nella sua fase intensiva, con i medici di famiglia e i pediatri in prima linea e già in fase di somministrazione. E da oggi possono accedere alla vaccinazione non solo i cosiddetti fragili, come già avveniva da diversi giorni ma anche tutti gli over 60 senza distinzione. Potenzialmente, si tratta di oltre centomila persone. Una parte, quella degli anziani ricoverati nelle Rsa, è già stata coperta dai medici e dalla Asl direttamente negli istituti dove le famiglie sono state contattate e convocate per autorizzare la somministrazione.

Per gli anziani e non solo, è ormai la quinta dose di vaccino dall’inizio del 2021. In città il centro vaccinale è in via Campo di Marte (alo civico 25) e occorre prenotarsi sul portale regionale. In Casentino, il centro è in via Colombaia, a Sansepolcro in via Santi di Tito, a Montevarchi nei locali del dipartimento di prevenzione dell’ospedale e a Cortona-Camucia, nella sede di via Capitini. Chi aderisce alla bvaccinazione anti–Covid può eseguire in un’unica seduta anche quella contro l’influenza stagionale.