Patrizio Bertelli
Patrizio Bertelli

Arezzo, 6 dicembre 2018 - Una bella strenna di Natale per i 4 mila dipendenti del Gruppo Prada che troveranno sotto l’albero un premio una tantum di ben 1.500 euro da spendere in acquisti di beni o servizi per le necessità personali o delle loro famiglie.

Prende avvio in questo mese di dicembre l’ampliamento del programma di «welfare« aziendale che consentirà ai lavoratori di avere a disposizione il bonus per saldare la spesa destinata ad asili nido, assistenza medica, centri estivi per bambini e ragazzi, trasporti, oppure per coprire i costi di occasioni di svago come spettacoli teatrali, visite a musei, attività in palestra e viaggi.

La notizia è stata accolta con comprensibile favore in Valdarno «culla» del colosso della moda che qui ricopre il ruolo strategico di locomotiva dell’economia grazie ai poli produttivi di Terranuova, con la fabbrica giardino di Valvigna, di Montevarchi e Castiglion Fibocchi. Oltre 1700 gli addetti che, in futuro, sulla base della contrattazione collettiva, potranno anche trasformare in welfare i premi di risultato, una scelta parte integrante della politica aziendale nella gestione delle risorse umane.

Tanto che negli anni l’iniziativa ha messo a disposizione delle maestranze una serie di prestazioni pensate per migliorare la qualità della vita. Senza dimenticare che è un modello sempre più diffuso tra le imprese, perchè la normativa in vigore permette la detassazione di quei premi assegnati sotto forma di benefit sociale.

I vertici di Prada nella circostanza hanno voluto riconfermare il valore del riconoscimento agli addetti; lo ritengono un vero e proprio dovere - hanno spiegato - elencando tra le priorità di intervento la sanità, le cure per anziani e familiari disagiati, il sostegno alle spese destinate all’istruzione.

A proposito di scuola il comprensorio valdarnese ha avuto la riprova della sensibilità di Patrizio Bertelli che non ha esitato di fronte alla chiusura improvvisa della elementare di Levanella, il quartiere montevarchino dove iniziò la sua ascesa imprenditoriale, a rispondere all’appello dei genitori destinando ad alunni e docenti una porzione della fabbrica vicina al casello autostrale di Terranuova.

E gli studenti in larga misura sono figli di dipendenti impiegati nella vicina area industriale Sud di Becorpi. Tornando ai 1500 euro «natalizi» sono destinati a chi lavora nelle 18 sedi produttive della griffe di 5 regioni italiane, compresi gli uffici e i negozi, e in questo modo l’amministratore delegato ha voluto dimostrare in concreto la sua gratitudine.

Quanto al legame con il Valdarno è destinato a consolidarsi per il recupero dell’ex Pastificio Muratori di Montevarchi che ospiterà la sede della «Prada Technical Academy», scuola di alta formazione per 60 giovani talenti del fashion provenienti da tutto il mondo