Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Riapre al Palagio si Stia il centro multimediale dantesco

Realizzato lo scorso anno dal Comune di Pratovecchio Stia in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante

featured image
dante

Arezzo, 6 maggio 2022 - Dopo la pausa invernale riapre sabato 7 maggio al Palagio Fiorentino di Stia il Centro Multimediale Dantesco, realizzato lo scorso anno dal Comune di Pratovecchio Stia in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante.

Un centro culturale che, grazie a un allestimento innovativo e all'uso di moderne tecnologie, come la realtà virtuale e aumentata, si propone di promuovere i luoghi danteschi del Casentino e di avvicinare Dante alle nuove generazioni, fornendo una nuova e diversa ottica di lettura del Sommo Poeta che ha mantenuto inalterata nei secoli la propria infinita modernità.

Il percorso si apre con un’ambiente introduttivo affidato direttamente alla voce dell’avatar narrante di Dante, un attore che inviterà a scoprire questo luogo di racconto e l’intero territorio casentinese, con particolare riguardo ai castelli di Romena, Porciano, Poppi e alle sorgenti dell’Arno. Una scoperta resa ancor più suggestiva e coinvolgente anche grazie alla mixed reality con visori di realtà aumentata che consentono al visitatore di accedere ad una selezione di viste immersive a 360° dei luoghi danteschi in Casentino. Gli approfondimenti sono affidati ad una postazione interattiva con sei video che legano strettamente le narrazioni a Dante, alle sue vicende politiche e personali e ai richiami di questi luoghi nella Divina Commedia.

Una postazione didattica è dedicata alla Battaglia di Campaldino alla quale prese parte anche Dante come “feditore” cioè cavaliere di prima fila, fronteggiando l’esercito ghibellino degli aretini: un tavolo interattivo consente di scoprirne la storia e di svelare gli schieramenti dei personaggi più illustri dell’epoca che si erano scontrati nel campo di battaglia.

Il percorso si conclude nella terza sala con il video di Riccardo Starnotti, presidente dell’Associazione Amici di Dante in Casentino, che nei panni di Dante ripercorre un itinerario ricco di storia e cultura che dal Monte Falterona arriva al Palagio Fiorentino, passando dai castelli di Porciano e Romena.

L’allestimento è impreziosito dall’esposizione di due copie anastatiche della Divina CommediaDante historiato da Federico Zuccari” e il “Manoscritto Yates-Thompson”, uno dei manoscritti miniati più belli della Commedia, e da una collezione di armi medievali realizzate in occasione della Biennale d’Arte Fabbrile del 1989.

La gestione del centro è stata affidata ad un raggruppamento temporaneo di imprese formato da vari soggetti del terzo settore (ass.Trame di Cultura, ass. Gli Amici dell’Asino, ass. Amici di Dante in Casentino, Nata, Betadue e ass. Antigonart) che, oltre all’apertura del centro, organizzeranno numerose attività e iniziative collaterali quali la creazione di un bookshop con vendita di gadget e prodotti del territorio, convegni e serate dantesche con degustazioni e letture a tema, escursioni, ecopasseggiate, visite guidate e testi di approfondimento storico.

 

ORARIO DI APERTURA

DAL 7 MAGGIO AL 5 GIUGNO

Sabato e domenica 10-12 e 16 - 19

DAL 7 GIUGNO ALL’11 SETTEMBRE

Dal martedì al giovedì 10-12 e 16.30-19.30

Venerdì, sabato, domenica e festivi 16.30-19.30 e 21-23

INGRESSO€ 5 INTERO - € 3 RIDOTTO (scolaresche, gruppi di almeno 15 visitatori, under 18 e over 65)

Visita guidata supplemento di € 2

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?