I Negrita con i carabinieri ricevono le chitarre rubate
I Negrita con i carabinieri ricevono le chitarre rubate

Arezzo, 12 gennaio 2019 - Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Arezzo hanno provveduto alla restituzione degli strumenti musicali e degli amplificatori appartenenti al gruppo musicale “Negrita” ritrovati dai militari a seguito dell’attività investigativa relativa al furto avvenuto la notte di Natale a Castelnuovo di Subbiano, presso lo studio di registrazione della band.

Le indagini, iniziate il giorno del furto, sono state condotte dalla Stazione Carabinieri di Subbiano e dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Arezzo, ed hanno avuto una svolta quando due persone si sono presentate in un negozio di strumenti musicali di Perugia per tentare di vendere due delle chitarre rubate.

I due malviventi, pregiudicati italiani, classe 1968 e 1983, censurati per furto e ricettazione, sono stati così individuati e rintracciati dai militari operanti, che, durante le successive perquisizioni, sono riusciti a recuperare la refurtiva, trovandola all’interno di un forno in cemento situato in un parco pubblico tra i Comuni di Subbiano ed Anghiari.

La restituzione è avvenuta presso gli uffici del Comando Compagnia dei Carabinieri di Arezzo, ove gli artisti DRIGO e MAC dei Negrita hanno potuto riprendere gli strumenti musicali.

Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Arezzo hanno provveduto alla restituzione degli strumenti musicali e degli amplificatori appartenenti al gruppo musicale “Negrita” ritrovati dai militari a seguito dell’attività investigativa relativa al furto avvenuto la notte di Natale a Castelnuovo di Subbiano, presso lo studio di registrazione della band.

 

Le indagini, iniziate il giorno del furto, sono state condotte dalla Stazione Carabinieri di Subbiano e dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Arezzo, ed hanno avuto una svolta quando due persone si sono presentate in un negozio di strumenti musicali di Perugia per tentare di vendere due delle chitarre rubate.

I due malviventi, pregiudicati italiani, classe 1968 e 1983, censurati per furto e ricettazione, sono stati così individuati e rintracciati dai militari operanti, che, durante le successive perquisizioni, sono riusciti a recuperare la refurtiva, trovandola all’interno di un forno in cemento situato in un parco pubblico tra i Comuni di Subbiano ed Anghiari.

 

La restituzione è avvenuta presso gli uffici del Comando Compagnia dei Carabinieri di Arezzo, ove gli artisti DRIGO e MAC dei Negrita hanno potuto riprendere gli strumenti musicali.