Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
2 ago 2022
2 ago 2022

A lezione di antimafia Studenti in Campania

Trenta ragazzi della vallata sono partiti per Sessa Aurunca e Castel Volturno nei terreni confiscati alla camorra

2 ago 2022
Gli studenti in partenza per Sessa Aurunca e Castel Volturno, due località. del Casertano dove ci sono terreni confiscati alla camorra
Gli studenti in partenza per Sessa Aurunca e Castel Volturno, due località. del Casertano dove ci sono terreni confiscati alla camorra
Gli studenti in partenza per Sessa Aurunca e Castel Volturno, due località. del Casertano dove ci sono terreni confiscati alla camorra
Gli studenti in partenza per Sessa Aurunca e Castel Volturno, due località. del Casertano dove ci sono terreni confiscati alla camorra
Gli studenti in partenza per Sessa Aurunca e Castel Volturno, due località. del Casertano dove ci sono terreni confiscati alla camorra
Gli studenti in partenza per Sessa Aurunca e Castel Volturno, due località. del Casertano dove ci sono terreni confiscati alla camorra

Sono partiti ieri mattina alla volta di Sessa Aurunca e Castel Volturno, due centri in provincia di Caserta. Trenta ragazzi minorenni e cinque accompagnatori provenienti da varie zone del Valdarno aretino, fiorentino e della Valdisieve hanno deciso di condividere l’esperienza "Estate Liberi" che consente agli adolescenti un percorso di lavoro, riflessione e amicizia nei campi che si svolgono nei terreni e nelle aziende confiscati alle mafie e oggi gestiti da cooperative sociali legate al consorzio Libera Terra. Resteranno in Campania fino a domenica prossima e sin dal loro arrivo hanno iniziato la loro attività confrontandosi con realtà, enti e associazioni che combattono la criminalità organizzata proprio nei luoghi dove il fenomeno è ancora particolarmente presente. I giovani saranno impegnati in piccoli lavori, aiutando i nuovi gestori della legalità nelle loro coltivazioni e produzioni, incontreranno il mondo associativo locale impegnato sul fronte sociale e civile e gli enti che cercano di contrastare le infiltrazioni mafiose nella società. Il progetto coinvolge 15 amministrazioni comunali dei due versanti della vallata e della Valdisieve insieme al Coordinamento del Valdarno Superiore di Libera.

Domani pomeriggio i partecipanti ai due campus si ritroveranno a Castel Volturno per il "Festival dell’Impegno Civile" in svolgimento nella località campana per un confronto sulle diverse esperienze che stanno vivendo. In quell’occasione sarà presente anche una delegazione di amministratori valdarnesi e degli organizzatori dell’associazione che fa capo a don Ciotti. Per prepararsi a un viaggio che segnerà sicuramente la loro crescita come cittadini di domani, prima di partire gli under 18 hanno compiuto un percorso di conoscenza guidati da due compagnie teatrali, l’Associazione Culturale Masaccio di San Giovanni Valdarno e la Compagnia dell’Orsa di Reggello.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?