ponte buriano
ponte buriano

Arezzo, 13 gennaio 2021 - La notizia in un post di Facebook del presidente della Fondazione Intour Marcello Comanducci: “Nelle prossime settimane usciremo con un video splendido, pensato per attirare appassionati di natura, trekking e outdoor nel periodo autunno inverno, abbiamo deciso di pubblicarlo lo stesso nonostante il lockdown ed i limiti negli spostamenti. Una piccola opera d’arte tutta aretina, dura meno di 2 minuti, che parte da ponte Buriano, grazie al mitico Gualberto Gualdani che si è improvvisato attore, e tocca posti bellissimi in tutta la provincia (la Fondazione vuole promuovere sempre più l’intero territorio e non solo la città)”. Così dopo la campagna pubblicitaria sulle reti nazionali e sulle pubblicazioni del gruppo Cairo, Arezzo torna a far parlare di sé come meta turistica. Dopo lo spot di 12 secondi andato in onda per una settimana su La7 e La7d per invogliare a venire in città appena la pandemia lo consentirà, adesso sta per arrivare un nuovo video.

È un video tutto “Made in Arezzo” anche perché è stato realizzato da un regista aretino doc come Paolo Sodi professionista conosciuto in tutto il mondo che finalmente ha potuto raccontare anche la sua terra – continua l’ex assessore Marcello Comanducci - Ne usciranno due versioni, una con una voce narrante (il doppiatore di Liam Neeson) e una solo musica con immagini leggermente diverse che verranno utilizzate su differenti canali di comunicazione. Ok, ora che vi ho incuriosito non vi resta che aspettare qualche settimana”. Obiettivo non fermarsi e continuare a promuovere la città proprio come avvenuto per il video pubblicitario che attraverso suggestive immagini promuoveva Arezzo come meta turistica da visitare appena sarà possibile tornare a viaggiare.

Nel 2021 la Fondazione Intour ha così iniziato da subito ad affilare le armi. Prima raccontando in 12 secondi la città grazie al montaggio della clip di Atlantide Audiovisivi, a Drone Arezzo che ha fornito le riprese aeree e ad Alessandro Perrella che ha curato la voce narrante e la post produzione tutto per puro spirito di appartenenza alla città. “Oltre a questo a breve uscirà una versione da 30’ e tra poco un video per promuovere l’outdoor della provincia di Arezzo veramente spettacolare”, parola del presidente della Fondazione Intour. E dopo lo spot tv, la campagna pubblicitaria sulle riviste Cairo, gli audio su Spotify, “Discover Arezzo” sarà inoltre presente con una pagina dedicata, nella prossima “Guida Verde Toscana” del Touring Club in uscita a primavera. Allo studio anche altre campagne che interesseranno canali e forme di comunicazione innovative e che arricchiranno il lavoro che la Fondazione svolge sui social media dove, incessantemente vengono promosse le attività di “Discover Arezzo” e la Fiera Antiquaria. “Non abbiamo mai smesso di guardare al futuro con fiducia – dice il presidente della Fondazione Arezzo Intour Marcello Comanducci - Dopo questo annus horribilis dobbiamo ripartire più determinati”. Prossimo passo il video dedicat a natura, trekking e outdoor anche nel periodo invernale.