Arezzo, 9 settembre 2018 - Domenica 16 settembre torna l’appuntamento con i due Musei di Stia dedicato alla valorizzazione dell’artigianato e dei mestieri di un tempo.

Il suggestivo Salone a Volta del Lanificio di Stia, dove in passato lavoravano i telai, per l’intera giornata di domenica 16 settembre ospiterà artigiani ed artisti provenienti da tutta Italia, che con dimostrazioni dal vivometteranno in mostra la loro arte. Un’occasione per riscoprire i mestieri del passato ma anche le nuove tecniche artistiche, in un percorso dalla tradizione all’innovazione dell’artigianato artistico locale.

Saranno infatti svolte dimostrazioni di pratiche artigianali oggi quasi perdute come la tessitura a mano o la lavorazione del merletto e della ceramica; ma verrà dato spazio anche alle nuove attività come il riciclo creativo, il feltro ad ago, il patchwork e molto altro. Tutte attività guidate dalla passione e dalla creatività che danno vita ad opere d’arte uniche e di alta qualità.

 

Nel pomeriggio sarà dato spazio al divertimento dei bambini con una ricca offerta di laboratori didattici gratuiti organizzati dalla rete “Musei ed Ecomusei del Casentino”.

Dalle ore 16:00 al Lanificio sarà possibile prendere parte ai laboratori condotti dagli operatori dei musei casentinesi: il Museo dell’Arte della Lana, il Museo Archeologico, l’Ecomuseo e il Planetario.

Alle ore 17:00 presso il Museo del Bosco e della Montagna si svolgerà lalettura animata “L’Uccello di Fuoco” a cura di Fata Borbotta a cui seguirà un laboratorio adatto ai bambini dai 5 ai 9 anni.

 

Alle ore 17:30 presso il Lanificio sarà presentata in anteprima la mostra “Sul Filo della Lana”, a cura del Laboratorio Tramandiamo, che sarà inaugurata il prossimo 20 ottobre.

 

L’evento è realizzato grazie al contributo della Regione Toscana, del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e del Comune di Pratovecchio Stia, in collaborazione con Musei ed Ecomusei del Casentino, Laboratorio Tramandiamo, Sci Club Stia, ed Arredamenti Lorenzoni.