pasqua
pasqua

Arezzo, 21 aprile 2019 - La festa continua dopo le abbuffate di Pasqua nel giorno riservato alle gite. Così tante sono le occasioni per trascorrere una Pasquetta tra escursioni fuori porta, mercatini e musei aperti. Se il giorno di Pasqua, domenica 21 aprile, il Cassero per la scultura di Montevarchi resterà chiuso per festività, effettuerà l’apertura straordinaria invece nella giornata di Pasquetta, lunedì 22 aprile, e giovedì 25 aprile con il consueto orario 10-13, 15-18. A Foiano spazio ancora alle rievocazioni religiose alla chiesa della Collegiata che è stata il “palcoscenico” privilegiato della cerimonia del “volo” del Cristo risorto (sabato a mezzanotte). Il rito risale almeno al XVII sec. La domenica di Pasqua dopo la messa della Resurrezione, la processione del Cristo risorto è accompagnata dal “rullo” in piazza Cavour con lo scoppio di 25.000 petardi. La conclusione delle celebrazioni è affidata ad una cerimonia analoga il martedì successivo alle 11 con il “rullo” finale. Un rito religioso vissuto con partecipazione ancora oggi e di grande significato sociale e popolare che ha le sue radici nella spiritualità del Seicento.la conclusione delle celebrazioni è affidata ad una cerimonia analoga il martedì successivo alle 11 con il “rullo” finale. Un rito religioso vissuto con partecipazione ancora oggi e di grande significato sociale e popolare che ha le sue radici nella spiritualità del Seicento. Tutto sotto la regia della compagnia di Santissima Trinità. A Lucignano oltre a poter visitare l’albero dell’amore, ecco l’appuntamento con la Fiera di Pasquetta che terrà banco in centro storico. Una Fiera che si appoggia ai prodotti ma anche allo straordinario circuito di mura tra tanti stand con piante e fiori.

Poi, il meglio delle produzioni artigianali locali, anche di pregio, e spazio all’enogastronomia e prodotti tipici locali. Partenza alle 8 e avanti tutto il giorno. Poi grande spazio alle gite fuori porta, tra borghi da scoprire e trekking. Qualche suggerimento? La Verna: escursione dal parcheggio «la Melosa», anello attorno al Monte Penna, nella foresta delle Ghiacciaia e nel Bosco delle Fate. Periplo della montagna e ingresso nel convento, tra robbiane e spiritualità. Alle 15 la medievale processione dei frati alle Stimmate. Variante? Escursione al «Monte Penna» e visita allo storico arboreto di Badia Prataglia e alla gigantesca sequoia. A Camaldoli visita all’antico Eremo e alla cella di San Romualdo. In Valdichiana le gite di Pasquetta si possono fare visitando Cortona sulle tracce degli Etruschi, o riscoprendo appunto a Lucignano l’albero dell’amore. In Valtiberina alla scoperta di Piero della Francesca e dei borghi di Anghiari e Monterchi, e a Sansepolcro dove la Resurrezione splende di restauro. Per i più sportivi trekking in Pratomagno fino alla croce e pranzo allo chalet da Giocondo. In città due passi in Fortezza. Tra le belle mostre da visitare in questi giorni quella aperta fino al 2 giugno al Maec di Cortona: 1738 La scoperta di Ercolano. Marcello Venuti: politica e cultura fra Napoli e Cortona. C’è tempo fino al 2020 al Museo Civico di Sansepolcro per la mostra: Leonardo Da Vinci: Visions. Si conclude invece il 28 aprile nel Palazzo del Podestà di Montevarchi, Botticelli Della Robbia Cigoli. Montevarchi alla riscoperta del suo patrimonio artistico.