streetfood
streetfood

Arezzo, 10 settembre 2019 - Per le sue prime dieci candeline si regala una tre giorni di festa al Prato. E’ lo Streetfood Village che torna ad Arezzo da venerdì 13 a domenica 15 settembre per la sua 10° edizione. Ogni giorno dalle 11 a mezzanotte i food truck stazioneranno al Prato con il meglio del cibo di strada. Partita da Arezzo, oggi l’Associazione nazionale Streetfood è diventata un fenomeno per il settore. In programma tante attività per celebrare il decennale 2011-2019, con visite guidate, concerti e tanti sapori. Da un’idea dell’appassionato aretino Massimiliano Ricciarini, che adesso stila un bilancio positivo per l’evento, lui proprio al cibo di strada in tempi non sospetti aveva dedicato una tesi di master. In queste date così al Prato di Arezzo non si festeggerà soltanto l’associazione, ma un intero percorso partito quasi per scherzo da una delle parti allora meno frequentate della città. Dopo il debutto per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia in Piazza della Badia a marzo 2011 a ottobre dello stesso anno in concomitanza con la Fiera Antiquaria fu scelto il Prato. Sul menù ancora una volta tantissime specialità dall’Italia e dal mondo.

Gli immancabili arrosticini abruzzesi, le bombette di Alberobello, gli Hamburger di Chianina IGP, la Spalla di Cinta Senese in stile barbecue, le olive ascolane,le patate farcite. Dal Lazio pasta alla gricia, carciofo alla Giudia, supplì e frittura romana. Dalla Romagna la Piadina e dalla Campania la pizza fritta e montanara e il fritto misto napoletano. I fritti e la porchetta. Il tutto accompagnato dalla birra artigianale e dal Prosecco Doc a marchio Streetfood. E come al solito lo Stretfood village unirà buon cibo e cultura. A partire dalla cultura del cibo, negli anni infatti non sono mancati i momenti di visibilità per i cibi di strada aretini che grazie all’impegno dell’Associazione Streetfood sono stati alla ribalta di pubblicazioni internazionali, o di eventi televisivi (ultimo l’anno scorso a Linea Verde). Non solo a quello si è fermato il lavoro dell’associazione. «Il nostro obiettivo non era solo quello di creare un evento dove si potesse mangiare e bere, ma era il contesto a cui guardavamo, cioè inserire la parte gastronomica in un’offerta più complessa che la città di Arezzo poteva dare», dice Ricciarini. Ecco allora le visite guidate alla città organizzate dall’associazione per gli avventori dello Streetfood Village, con la collaborazione di musei. A parlare per il successo dell’evento sono i numeri di dieci anni di Streetfood Village al Prato. Oltre cento cibi di strada dall’Italia e dal mondo presentati agli appassionati, migliaia in dieci anni di edizioni. Centinaia anche i partecipanti alle visite guidate promosse durante l’evento alla scoperta delle eccellenze della città di Arezzo. Oltre 50 concerti musicali, anche in collaborazione con realtà del territorio come il Mengo Festival, alla scoperta di nuovi talenti territoriali. Tanti i momenti di approfondimento grazie alla collaborazione con le varie associazioni culturali e scientifiche della città. Oltre a questo la didattica effettuata a partire dai più piccoli, o per i più grandi con la collaborazione con Coldiretti. Sono solo alcuni dei numeri che hanno reso questo appuntamento un riferimento del cartellone della città.