cinema sala
cinema sala

Arezzo, 14 maggio 2020 - Il cinema non si ferma e va avanti online. Ci sarà tempo fino infatti al 21 maggio per tornare al Cinema Eden di Arezzo anche se da casa. Tornare al cinema per assistere a “Buio” opera prima di Emanuela Rossi, prodotto da Courier Film e distribuito da Artex Film con la consulenza di Antonio Carloni, che è diventata, pur involontariamente, la stupefacente portavoce dell’attuale stato di asocialità in atto e del necessario bisogno di riscatto umano. Nella necessità di elaborare idee e soluzioni per un cinema che deve mutare pelle, così come l’intero spettacolo dal vivo, ecco dunque una proposta che permette alle sale di mantenere un rapporto con il proprio pubblico offrendo contenuti artistici di alto livello e che ha trovato Officine della Cultura e dunque il Cinema Eden tra i primi aderenti dell’iniziativa. Prenotare il proprio posto direct to video nella sala virtuale del Cinema Eden è semplice e immediato: è necessario accedere alla pagina web - https://www.officinedellacultura.org/cinema/cinema-eden/ - e seguire quanto scritto digitando il proprio indirizzo di posta elettronica. Il prezzo per la visione sarà di euro 4,90 acquistabile tramite PayPal direttamente sul sito del distributore.

Il biglietto avrà una validità di 7 giorni. Stella, diciassette anni, vive con le due sorelle più piccole, Luce ed Aria, in una casa dalle finestre sbarrate, dove il tempo sembra essersi fermato. Ogni sera, il padre rientra, si spoglia della maschera antigas e della tuta termica, porta il cibo e aggiorna le figlie con i racconti dell’Apocalisse in corso, che continua a decimare l’umanità. Ma all’interno della casa ci sono dei conflitti: le ragazze stanno crescendo, si modificano gli equilibri. Una sera il padre non torna. Stella decide di uscire, per cercare cibo. “Buio” è una favola visionaria e coraggiosa, che in questi giorni di quarantena assume una valenza profetica. Interpreti sono : Denise Tantucci, Valerio Binasco, Gaia Bocci, Olimpia Tosatto, Elettra Mallaby e Francesco Genovese. Il film, che si avvale delle illustrazioni dell'artista Nicoletta Ceccoli, sceneggiato dalla regista con Claudio Corbucci, anche produttore, ha vinto il Premio Raffaella Fioretta per il Cinema Italiano ad Alice nella Città 2019, è stato presentato in concorso al Tallinn Black Nights Film Festival 2019 ed è stato presentato in concorso al Festival Univercinè Italien di Nantes 2020, dove ha vinto il Prix des Lycéens.