Osservazione cielo
Osservazione cielo

Arezzo, 29 marzo 2020 - In questi giorni difficili e c’è chi prova a sfuggire alla noia, alla tristezza, alla paura e perfino alla rabbia dedicandosi a qualcuna delle attività che vengono proposte on line: dal fitness al teatro, dalle lezioni di yoga ai corsi di cucina. Ma c’è anche chi invita a guardare il cielo. Come il Gruppo Astrofili che da lunedì sera alle 21,30 proporrà una serie di incontri in diretta streaming sulla pagina Facebook ‘Nuvo gruppo Astrofili Arezzo’ e sulla pagina ‘Arezzo Meteo’ : «L’intento – spiega il presidente del gruppo Astrofili Lorenzo Sestini – è quello di mantenere alto l’interessa per la scienza e uscire dalle quattro mura di casa almeno con il nostro spirito, visto che non possiamo farlo fisicamente» . Il Gruppo proporrà sia temi di astronomia di base, ad esempio i moti della Terra, le caratteristiche della Luna, i pianeti e il sistema solare, oppure un focus sulle missioni spaziali, ma anche temi di approfondimento, come le più recenti scoperte in campo astronomico. «Il taglio degli incontri – prosegue Sestini – sarà di tipo didattico, quindi cercheremo di spiegare con un linguaggio semplice e immediato alcune nozioni di base, e qualcosa di più approfondito. Nelle nostre intenzione c’è anche l’idea, però, di fare un po’ di osservazione attraverso una webcam, ci piacerebbe ad esempio osservare le fasi della Luna. Appena avremo organizzato il tutto dal punto di vista tecnico, trasmetteremo anche questo tipo di contenuti». Sono in previsione un paio di incontri a settimana. Anche l’attività di Arezzo Meteo, di cui Sestini è direttore, prosegue: «Ogni giorno, appena abbiamo i modelli aggiornati, forniamo flash news sulle previsioni della giornata e sul tempo atmosferico in atto sul territorio – continua Sestini. - Più che mai in questo momento dobbiamo tenerci attivi per non cadere nella rete della tristezza. Nei momenti peggiori della storia possono accadere cose buone, Newton scoprì il meccanismo della forza di gravità durante la peste. Questa situazione che viviamo adesso non deve per forza essere un tempo di malinconia, se ne può approfittare per studiare e approfondire alcuni tempi. E perché non la scienza e l’astronomia?».