Arezzo Classic Motors
Arezzo Classic Motors

Arezzo 11 gennaio 2019 - Il passato è proprio dietro l’angolo. Sono diventate auto e moto d’epoca vetture e due ruote che sono state protagoniste degli anni Settanta e Ottanta. Quando avere una A112 Abarth o una Honda Four era il sogno di tantissimi giovani, quando una Fiat Ritmo la faceva da padrona nelle strade per non parlare dell’Alfa Romeo. Vetture di ieri diventate modelli da vetrina oggi che saranno in mostra sabato e domenica ad Arezzo Fiere per Arezzo Classic Motors che l’anno scorso ha visto la presenza record di oltre 14.500 e diventata punto di riferimento per gli appassionati di tutto il centro Italia. Sì perché la mostra mercato non è solo una passerella di gioielli i proprietari di mezzi d’epoca di poter trovare accessori e pezzi di ricambio per il restauro e la manutenzione altrimenti irreperibili. E anche un’occasione per fare un viaggio nel tempo tra modelli che hanno fatto la storia dell’automobile.

L’inaugurazione si terrà sabato alle 11 allo stand della Polizia di Stato alla presenza delle autorità locali. Tra le curiosità annunciate le moto giapponesi degli anni ’70 allo stand della Federazione Motociclistica Italiana, Land Rover militari e civili e modelli di vetture agricole e di mezzi industriali. “Dopo 21 anni l’entusiasmo e l’impegno nel cercare nuovi spunti e curiosità non sono mai venuti meno, anzi crescono grazie ai tanti riscontri positivi che abbiamo - fa sapere Stefano Sangalli organizzatore della manifestazione - ci auguriamo che anche in questa edizione tutti gli sforzi vengano apprezzati”. Tra le novità il padiglione dedicato al modellismo dell’associazione Arezzo Modellismo con plastici ferroviari creati da associazioni toscane, diorami, la mostra sulla storia della A112 Abarth organizzata dalla Scuderia Chimera Classic con cinque vetture da gara storiche esposte. Si potrà ascoltare la storia della elettrica Policar-Polistil. Il Club Saracino tratterà il tema “Gemelle diverse”: stessa auto, ma diverso stile con quattro coppie dello stesso modello di autovetture, dall’anteguerra agli anni ’70, nelle versioni coupé/coperta e scoperta: Fiat Balilla e Balilla Spider, Alfa Romeo Giulia GT e Giulia GTC, Fiat Dino Coupè e Dino Spider, Abarth 1000 Compasso d’Oro e Abarth 1000.

Sempre qui domenica alle 11 ci sarà la presentazione del libro “Sulle Strade della 1000 Miglia 2018” di Attilio Facconi che racconta il passaggio della gara ad Arezzo l’anno scorso. Ma è anche il quarantesimo anniversario della Fiat Ritmo e il Registro Fiat Italiano esporrà cinque vetture Ritmo dalla 65 all’Abarth alla Cabrio. Ci saranno anche due modelli di Fiat anteguerra: la Fiat Tipo 3A (dal 1912 al 1921) e la Fiat 1500 del 1937 (chiamata anche Musone). La Ciabini Engines in collaborazione con il Moto Club Arezzo esporrà le famose moto Honda Four prodotte negli anni ’70. Per gli ingressi previsto uno speciale pacchetto famiglie in cui pagheranno solo gli adulti, mentre tutti i ragazzi sotto i 12 anni potranno entrare gratuitamente. Per tutti gli altri biglietto 12 euro. Ingressi sabato dalle 8,30 alle 19 e domenica dalle 8,30 alle 18.